#BASTABUCHE: ANAS NEL CENTRO ITALIA INVESTE 80 MILIONI DI EURO IN 3 ANNI

Anas ha avviato la terza fase dell’operazione #bastabuche. Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati cinque nuovi bandi di gara d’appalto del valore complessivo di 295 milioni di euro, per lavori di risanamento della pavimentazione e rifacimento della segnaletica orizzontale su tutto il territorio nazionale, che saranno affidati in regime di accordo quadro di durata triennale. L’appalto che riguarda l’area del Centro Italia prevede un investimento di 80 milioni di euro suddiviso in sei lotti: 20 milioni di euro per le strade statali in Toscana, 10 milioni in Umbria, 15 milioni nelle Marche, 15 milioni nel Lazio, 10 milioni in Abruzzo e 10 milioni in Molise. Gli appalti saranno aggiudicati secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

La prima fase del progetto #bastabuche, che riguarda l’intero territorio nazionale, era stata avviata da Anas a fine dicembre 2015 per un valore di circa 300 milioni di euro. La seconda fase del progetto, invece, era stata avviata a fine luglio 2016 con un valore di 295 milioni di euro. Con la terza fase da 295 milioni salgono a 890 milioni di euro gli investimenti Anas con il progetto #bastabuche su tutto il territorio nazionale. Le procedure di appalto sono state attivate mediante Accordo Quadro che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività nel momento in cui si manifesta il bisogno, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmi di tempo e una maggiore efficienza.

Proseguono, intanto, i lavori per il raddoppio della carreggiata sulla SS76 nell’ambito del progetto Quadrilatero. Sono attive alcune limitazioni fino ad oggi,31 dicembre, tra le ore 7 e le ore 17: il traffico, nella rampa di uscita per Serra San Quirico, verrà regolato con movieri. Resta ancora chiuso, invece, lo svincolo di Cancelli per coloro che provengono dall’Umbria che devono uscire obbligatoriamente a Fabriano per raggiungere Sassoferrato.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy