14 DENUNCE IN UN WEEK END

In prossimità delle festività natalizie la Compagnia Carabinieri di Jesi diretta dal Maggiore Benedetto Iurlaro ha intensificato i controlli sul territorio al fine di contrastare la commissione dei reati contro il patrimonio  e delle manifestazioni delinquenziali in genere. Dal pomeriggio di venerdì scorso sino alla mattina di ieri, domenica, circa 20 carabinieri hanno presidiato il territorio, effettuando una serie di perquisizioni tra i comuni di Jesi, Chiaravalle, Maiolati Spontini e Monsano e controlli delle zone a forte presenza  di giovani. Una donna albanese di 48 anni (D.B.) è stata denunciata per furto aggravato. Lei, una collaboratrice domestica, in più riprese ha sottratto ad un’anziana signora gioielli per oltre 15.000 euro. Sabato pomeriggio i militari hanno fatto irruzione nell’abitazione della straniera rinvenendo parte della refurtiva, restituita alla legittima proprietaria. Due giovani, uno di Chiaravalle ed una del pesarese, invece, sono stati denunciati per essersi rifiutato di sottoporsi al prelievo di liquidi biologici, benché in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di stupefacenti. La loro patente è stata ritirata. Tre soggetti, 2 campani ed un siciliano, mentre si aggiravano con fare sospetto a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di grammi 0,70 di cocaina e di un coltello a serramanico e pertanto, oltre ad essere segnalati quali assuntori di stupefacenti, sono stati denunciati per detenzione abusiva di armi. Un giovane dominicano di 30 anni è stato denunciato per rifiuto della propria identità personale, in quanto si è rifiutato di fornire le sue generalità ai militari, che le hanno poi appurate a seguito di foto-segnalamento. 7 giovani, invece, tra i 22 e 35 anni, sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza. Le patenti sono state ritirate.

cs

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy