TERREMOTO, UNICAM RISCHIA ‘TRAUMA’

Nell’economia del territorio maceratese colpito dal terremoto di ieri rischia di subire un “trauma importante” una delle ‘aziende’ più rilevanti, se non la più rilevante: l’Università di Camerino, uno degli Atenei con più antica tradizione in Italia e nel mondo (fu fondata come studium generale nel 1336). La preoccupazione l’ha espressa il rettore Flavio Corradini nell’incontro con il premier Matteo Renzi, il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio e il Commissario alla ricostruzione Vasco Errani. Corradini ha preso la parola per ribadire la necessità che l’Università riparta subito: “L’obiettivo è ricominciare quanto prima, mi piacerebbe che si potesse fare addirittura in una settimana. Questa mattina ho fatto un giro di tutti i dipartimenti e credo si possa fare. Se non ce la facciamo subiamo un trauma importante, non solo per i nostri ragazzi e le nostre ragazze, ma per tutto il territorio. Fermare l’università significa rallentare tutta l’attività economica di un territorio”. (Ansa)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy