FONDI MARCHE, ASSOLTO SPACCA. IN 6 A PROCESSO

Il Gup di Ancona Francesco Zagoreo ha assolto l’ex presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca (nella foto a destra vicino al ministro Alfano) dall’accusa di peculato e altri quattro indagati che avevano chiesto il giudizio abbreviato, nell’inchiesta sulle cosiddette ‘spese facili’ dei gruppi consiliari delle Marche. Tra questi è stato assolto anche l’attuale segretario del Pd Francesco Comi. Gli altri tre imputati che avevano chiesto l’abbreviato, e che sono stati assolti, sono l’ex vicepresidente dell’Assemblea legislativa Giacomo Bugaro (Fi), l’ex capogruppo di Sel Massimo Binci e l’ex addetto al gruppo Pd in Consiglio regionale Oscar Roberto Ricci. Per Spacca il pm Ruggiero Dicuonzo aveva chiesto tre anni di reclusione, due anni e quattro mesi per Bugaro e Binci, due anni per Comi e Ricci. Il giudice ha assolto con la formula “perchè il fatto non sussiste”.

Non luogo a procedere per 55 imputati, rinvio a giudizio, ma solo per alcuni capi di imputazione per altri sei. Questo è il verdetto del Gup  nell’udienza preliminare del rocedimento per le cosiddette spese facili in Consiglio regionale delle Marche tra il 2008 e il 2012, a carico di 61 tra ex consiglieri e addetti ai gruppi. Rinviati a giudizio Ottavio Brini, Franco Capponi, Massimo Di Furia, Enzo Marangoni, Cesare Procaccini, Francesco Massi Gentiloni Silveri. Il processo per l’accusa di peculato inizierà il 6 dicembre. (Ansa)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy