aMANO, A FABRIANO PROMOZIONE TURISTICA ATTRAVERSO L’ARTIGIANATO

Nei mesi di agosto e settembre, le “botteghe del bello” sul territorio aprono le porte e propongono ai visitatori esperienze uniche di artigianato “fai-da-te”, creando una rete turistica unica nel suo genere.

Un nuovo modo per far scoprire il territorio e le sue bellezze a partire dalle eccellenze artigianali dell’Appennino umbro-marchigiano ai turisti e – perché no? – anche ai residenti. Al via l’ultima fase del progetto “aMANO”, promosso dall’Associazione culturale per lo sviluppo dell’Appennino umbro-marchigiano e cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Dal 5 agosto al 30 settembre gli artigiani di Umbria e Marche, che hanno aderito all’iniziativa, apriranno le loro botteghe per laboratori e workshop rivolti a turisti, gruppi, famiglie e anche bambini. Dopo i seminari formativi per gli artigiani del territorio e l’anteprima per un gruppo di blogger italiani e stranieri, questa fase vuole creare una rete per tramandare “saperi” autentici che hanno fatto e continuano a fare la storia del territorio. Chi deciderà di vivere questa esperienza potrà ascoltare gli artigiani che si raccontano e sperimentare con le proprie mani i segreti del “bello”. Segreti che spaziano dalla ceramica alla tessitura, alla realizzazione dei buccheri alla lavorazione del legno, alla maiolica fino al metallo o al gesso, solo per citare alcune delle esperienze.

Quali sono le formule proposte? Gli artigiani hanno organizzato dei laboratori, in cui si può sperimentare l’arte che più affascina o incuriosisce. Oltre al workshop, alcuni di loro accompagnano il visitatore per la città; altri ancora propongono un momento conviviale. C’è solo l’imbarazzo della scelta a seconda del tempo a disposizione e delle proprie passioni!

Come funziona? Ogni artigiano ha un calendario con le giornate in cui le botteghe sono aperte e propone delle esperienze. Il turista può prenotare il laboratorio che ha un costo che varia a seconda del workshop per vivere un’esperienza unica.

aMANO: vuoi saperne di più?

Il progetto aMANO è promosso dall’Associazione culturale per lo sviluppo dell’Appennino umbro-marchigiano e cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Nasce con l’obiettivo di dare vita a una rete di imprese e botteghe artigianali capaci di interagire con il settore turistico per promuovere il territorio e generare nuove economie. Oltre venti gli artigiani provenienti dai comuni di Marche e Umbria, selezionati per questa iniziativa articolata in tre fasi distinte: la prima di formazione avvenuta ad aprile destinata esclusivamente ai partecipanti, la seconda di promozione svolta a maggio con la partecipazione di travel blogger nazionali e internazionali e delle strutture turistiche territoriali, la terza interattiva da agosto a settembre in cui le botteghe diventano luoghi di work-experience in cui turisti, cittadini e visitatori possono mettersi alla prova nella realizzazione di manufatti.

Per aggiornamenti sul progetto, è possibile seguire su Facebook la pagina AMANO – artigiani esperienze narrazioni.

Il calendario delle “botteghe aperte” è stato presentato a Fabriano, presso la sede della Pia Università dei cartai accanto alla chiesa di Santa Maria Maddalena, dal presidente del Distretto dell’Appennino umbro-marchigiano, Piero Chiorri, dall’assessore alla cultura del Comune di Fabriano, Barbara Pallucca, dalla professoressa Paola De Salvo, docente dell’Università di Perugia. (foto)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy