IL GIORNO DELL’INGRESSO DI MONS. RUSSO A FABRIANO

Mons. Stefano Russo, a tre mesi dalla nomina da parte del Papa e a meno di un mese dall’ordinazione episcopale ricevuta nel Duomo di Ascoli Piceno, prende oggi possesso della Diocesi di Fabriano-Matelica. Il programma prevede, alle ore 15, il saluto alle autorità e la visita all’Abbazia di San Vittore a Genga. Poi il trasferimento a Fabriano passando prima a Valtreara, poi a Santa Maria, in via Dante e in via Stelluti. Alle 15.30 Mons. Russo incontra la direzione Asur presso l’ospedale Profili e apre la Porta Santa nella cappellina del nosocomio in occasione dell’Anno Santo della Misericordia. . Alle 16,30, dopo aver attraversato il quartiere Pisana, l’accoglienza festosa della cittadinanza, delle forze dell’ordine, delle associazioni e delle autorità presso Piazza del Comune dove è previsto il saluto del Sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola insieme ai primi cittadini di Matelica, Sassoferrato, Cerreto d’Esi e Genga. Poi la consegna al presule delle chiavi della città. Qui è previsto il primo discorso ufficiale del nuovo vescovo. Alle ore 17,30 l’ingresso in Cattedrale con tutto il clero per la cerimonia di insediamento. Il primo rito sarà il bacio del crocifisso proprio all’ingresso della Basilica, poi, la lettura della nomina pontificia, il saluto del vescovo emerito Giancarlo Vecerrica che consegnerà nelle mani di Russo il pastorale, simbolo della presa di possesso. All’inizio della Messa è previsto anche il saluto del cardinale arcivescovo di Ancona-Osimo Edoardo Menichelli. Al termine della liturgia, una breve visita al Santuario Madonna del Buon Gesù e, in piazza, un momento di festa con il saluto degli Sbandieratori del Palio di San Giovanni Battista. Domani, prima domenica di episcopato in diocesi per Mons Russo, celebrazione delle cresime a Genga e, nel pomeriggio, poi compirà l’ingresso nella Concattedrale Santa Maria di Matelica.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy