IL COMUNE DI FABRIANO RISCHIA IL DISSESTO

La corte d’Appello di Ancona non ha concesso la sospensiva del risarcimento da 2 milioni di euro vantato dall’impresa edile Penzi nei confronti del Comune di Fabriano, per lavori di ampliamento dell’ospedale ‘Profili’ eseguiti nel lontano 1995, e ora l’amministrazione rischia il dissesto finanziario. ”Le casse sono vuote – ha detto il sindaco Giancarlo Sagramola -. Sono abituato a lottare, ma l’ipotesi di dimettermi e aprire la strada al commissariamento è reale”. Trattative sono in corso per un possibile piano di riequilibrio, ma una transazione con la Penzi potrebbe investire direttamente i patrimoni personali degli amministratori, e la strada appare in salita. La Penzi pretende dal Comune 1 milione e 825 mila euro per i lavori eseguiti, più 250 mila euro di spese legali. Martedì prossimo il consiglio comunale. Ieri vertice di Giunta.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy