T’AMO DA MORIRE, UNA MOSTRA PER DIRE NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

Una mostra fotografica per celebrare la ricorrenza del 25 novembre, ovvero la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. T’amo da morire”, questo il titolo dell’evento artistico, “firmato” da Antonella Monzoni, artista di assoluto valore e di forte impegno civile, protagonista di una carriera costellata da numerosi e prestigiosi premi e riconoscimenti ottenuti sia in Italia che all’estero. La mostra, pregevolmente curata da Daniela Bazzani, verrà inaugurata oggi, sabato 21 novembre, alle ore 16,30, nelle sale espositive del seicentesco Palazzo degli Scalzi. «Si tratta di un evento carico di significati – osserva Lorena Varani, vice sindaco di Sassoferrato – che l’Amministrazione Comunale ha inteso promuovere in collaborazione con l’Ambito Territoriale Sociale n.10, per tenere viva l’attenzione su un problema di triste attualità che vede le donne troppo spesso oggetto di maltrattamenti e di un’assurda violenza che si attua con varie modalità: verbale, psicologica e fisica». Una mostra di qualità, questa dell’artista modenese, la quale, attraverso una ventina di immagini fotografiche corredate da un’installazione video, ritrae, con grande forza espressiva, scenari che sono spesso teatro di violenza sulle donne, quali cucine, salotti, camere da letto, che finiscono per trasformarsi in luoghi di paura, di pericoli, di terrore ed anche, purtroppo, in anticamere della morte. «Questo progetto fotografico – spiega la Monzoni – partendo dalla testimonianza di donne che hanno subito maltrattamenti, cerca di interpretare la complessa dinamica della violenza domestica che, grazie alla recente legge contro il femminicidio, non si pone più come una questione “privata”, bensì come problema di rilevanza sociale che chiama in causa cittadini e istituzioni». Alla cerimonia inaugurale interverranno il sindaco Ugo Pesciarelli, l’artista Antonella Monzoni, la presidente dell’Associazione Artemisia, Cesira Carnevali e la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Fabriano, Margherita Totori.

La mostra resterà aperta fino all’8 dicembre nei seguenti giorni e orari: venerdì, sabato e festivi dalle 16,30 alle 19,00. Le iniziative per la celebrazione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, proseguiranno mercoledì 25 novembre allorché, a Palazzo degli Scalzi, verrà proiettato un cortometraggio, realizzato da Angela Buschi, tratto dal testo di Edgar Lee Master “Antologia di Spoon River” (di cui quest’anno ricorre il centenario dalla prima pubblicazione in America). “Voci dal fiume”, questo il titolo del cortometraggio, ovvero donne che furono, che raccontano le loro vite, i loro sogni, le loro peregrinazioni, i loro istinti più reconditi, i loro rimpianti e le loro sconfitte attraverso epitaffi su fredde lapidi. Il cortometraggio, della durata di quindici minuti, verrà proiettato continuativamente tra le ore 16,00 e le 19,00.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy