FABRIANO CREATIVE CITY DAL 4 AL 6 SETTEMBRE

Fabriano sarà presto investita da una vera e propria tempesta creativa! Lo dicono i numeri di Fabriano Creative City, la manifestazione che si svolgerà dal 4 al 6 settembre nella “città sul Giano”.

Il Sindaco Giancarlo Sagramola nel presentare l’iniziativa ha sottolineato che “ben 78 aziende partecipanti, con 53 eventi e laboratori, 25 partners pubblici e privati sono il segno tangibile di come questa città vuole reagire in maniera coesa, condivisa e con la collaborazione attiva di tutte le anime produttive e culturali. Fabriano Creative City raccoglie una visione e la rende concreta e fruibile da turisti e cittadini”.

Quattro saranno le “fucine creative” allocate in siti storici del centro cittadino, con focus su artigianato tradizionale, biodiversità, artigianato digitale, cucina creativa e prodotti di territorio. In aggiunta l’Ordine degli Architetti di Ancona realizzerà una giornata evento, mentre ristoratori e bar di Fabriano offriranno menù creativi e street food Made in Marche.

Istallazioni suggestive accoglieranno il visitatore nella Piazza del Comune, con un vero e proprio giardino della biodiversità, al chiostro di San Venanzio protagoniste saranno le start up e le realtà imprenditoriali “di nuova generazione”, nel loggiato di San Francesco spazio alla creatività delle mani ed infine, presso il Mercato coperto, Show cooking con il Team Cuochi Marche e produttori di specialità enogastronomiche.

Il Presidente della Camera di Commercio, Giorgio Cataldi ha ribadito che “è questo il modo giusto per uscire dal difficile momento economico attuale. In Fabriano Creative City ci sono tutte le carte che dobbiamo giocare. E’ per tale ragione che l’Ente Camerale ha inserito l’evento tra le iniziative del Presidio Diffuso, l’hub di accoglienza dinamica che abbiamo predisposto in occasione di EXPO 2015”.

Il Responsabile Centro Italia di Veneto Banca, Fabrizio Mora, main partner della manifestazione, ha espresso soddisfazione e compiacimento per il lavoro svolto, “in quanto i quattro contenitori tematici proposti riescono a cogliere le reali potenzialità di sviluppo per l’economia locale ed il nostro istituto sente questa missione territoriale come l’impegno principale nei confronti di questa comunità”.

Marco Ottaviani, Presidente della Fondazione Carifac ha rimarcato “l’importanza della creatività e le opportunità che essa può fornire nel processo di cambiamento che la città di Fabriano sta affrontando. Questa iniziativa – ha concluso Ottaviani- può apportare un grande contributo a questo percorso che guarda al futuro”.

“Fabriano continua a sorprendere positivamente per la volontà di rinnovarsi e di scommettere sull’innovazione”. Parole di Andrea Spaterna, prorettore Unicam. “E qui si sostanzia il ruolo di un Ateneo come quello di Camerino che da sempre risponde presente alle esigenze del territorio. L’Università è partner convinto di questo progetto e svilupperà una serie di contenuti nelle diverse aree tematiche, con particolare attenzione al progetto del Paniere di Lunga Vita”.

Vittorio Salmoni, rappresentante di Fabriano Creativa Unesco ha spiegato ai presenti che “realizzare questa manifestazione in concomitanza al Forum delle Città Creative consentirà di realizzare concretamente sulla piazza di Fabriano ciò che i rappresentanti dei centri Unesco dibatteranno nel corso del Forum”.

Leonardo Meloni, assessore alle attività produttive di Fabriano ha ringraziato tutti i partners che hanno reso possibile l’innovativa esperienza di Fabriano Creative City, citando in particolare l’impegno di Confartigianato, Cna, Confcommercio, Cia e Coldiretti”. La manifestazione è co-organizzata da Comune e Unicam con l’associazione L.A.C.A.M., fa parte del circuito degli eventi per EXPO 2015 di A.N.C.I. e Tipicità Experience ed è realizzata con il contributo della Regione Marche, il supporto tecnico di Air Force, Scatolificio di Battista e Trony.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy