VETRI DANNEGGIATI SUL TRENO, POLFER INDENTIFICA GIOVANE VANDALO

Ha 20 anni, è nato in Sicilia ma da tempo risiede nelle Marche ed è già noto alle forze dell’ordine. E’ stato identificato il giovane che il 6 giugno scorso ha distrutto i finestrini di alcune carrozze ferroviarie prima di darsi alla fuga nella stazione di Serra San Quirico. Il ragazzo – in viaggio sul treno regionale delle 3,50 del mattino che collega Ancona e Roma – era stato fermato dal capotreno e non aveva con sé biglietto, denaro contante e nemmeno i documenti. Quando gli e stato intimato di scendere alla stazione successiva ha deciso di vendicarsi della decisione del controllore ed ha distrutto i finestrini del regionale diretto nella capitale. Poi è fuggito prima dell’arrivo dei Carabinieri della Stazione di Sassoferrato. Gli agenti Polfer in servizio a Fabriano, insieme alla squadra di polizia giudiziaria compartimentale, hanno impiegato poco più di una settimana per identificarlo e denunciarlo. Grazie alle indagini delle forze dell’ordine e alle testimonianze dei pendolari ha un volto il vandalo che ha distrutto il regionale e costretto i viaggiatori a salire su un altro treno per proseguire il viaggio tra disagi e ritardi. Il giovane, poco più che ventenne, nato in Sicilia ma residente da anni nelle Marche, dovrà rispondere della distruzione dei finestrini causando un danno a Ferrovie dello Stato che si aggira intorno ai 20 mila euro. Ora gli agenti Polfer hanno intensificato ulteriormente i controlli lungo la tratta regionale Ancona-Fabriano.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy