A JESI UN EXPO PER CONOSCERSI, CREARE CONTATTI, TROVARE SOLUZIONI

250 imprese partecipanti, 10 istituti di credito, 20 operatori esteri, 30 start-up: è tutto pronto per il MarketplaceDay 2015, la seconda edizione della giornata dedicata al business fortemente voluta dalla Piccola Industria di Confindustria. L’appuntamento è per venerdì 22 maggio al Palatriccoli di Jesi, a partire dalle ore 10 per tutto il giorno” non stop” fino alle ore 18. Il Palazzetto di Jesi sarà allestito come un Expo con desk espositivi dove le aziende potranno presentare i loro prodotti e servizi, interfacciarsi con gli altri operatori, conoscersi, far rete, sviluppare collaborazioni, ma potranno anche trovare tante opportunità e soluzioni per vincere le sfide che le attendono.“E’ un bellissimo progetto che insieme al Presidente Schiavoni, che voglio ringraziare per il grande supporto che ha sempre dato all’iniziativa, abbiamo voluto riproporre, visto il successo dell’anno scorso – ha dichiarato Diego Mingarelli, Presidente Piccola Industria provinciale e regionale e promotore dell’iniziativa – ma con un taglio più ampio, aprendo la possibilità di aderire anche ad aziende fuori provincia e fuori regione e introducendo alcune aree strategiche per il business delle nostre aziende. Obiettivo principale di questo evento è proprio quello di promuovere la conoscenza tra aziende associate e sviluppare le partnership: perché le alleanze, le reti nascono dal basso. E’ così che mi piacerebbe definirla: la giornata del “parternariato” di Confindustria.”

“Molti i punti di forza di questa iniziativa. – ha continuato Mingarelli – In particolare mi piace sottolineare la presenza alla stessa iniziativa di tante piccole e medie aziende insieme alle grandi che hanno accolto il nostro invito a partecipare: un bel segnale che va verso la strada di quel patto territoriale tra piccoli e grandi fondamentale per la ripresa di un tessuto industriale come il nostro. Parimenti dicasi per la forza che il manifatturiero esprime in questo evento: a Jesi ci saranno aziende che provengono dai più svariati settori industriali, tutti insieme per lanciare un messaggio di forza della manifattura e dell’industria come motore della ripresa”.

La seconda edizione del MarketplaceDay si arricchisce di un’importanti novità: l’area dedicata alle innovazioni tecnologiche che accompagneranno le aziende nei prossimi anni. Si potrà toccare con mano la stampa 3D, per capire come questa rivoluzionerà l’industria. Inoltre si scoprirà se davvero il grafene sia il materiale del futuro e di tutte le applicazioni tecnologiche per l’industria manifatturiera. Anche le nanotecnologie troveranno il loro spazio e verranno mostrate tutte le potenziali applicazioni, dal tessile all’attrezzatura sportiva fino a biomedicale, packaging, automotive e abbattimento degli inquinanti. Ci sarà poi un’azienda ingegneristica aerospaziale italiana che nei suoi laboratori ha ideato e sviluppato numerosi prodotti utilizzabili sulla Stazione Spaziale Internazionale, tra cui i cibi degli astronauti che potranno anche essere assaggiati dai partecipanti.

Ci sarà anche un’area dedicata alle start-up – ben 33 saranno presenti – che avranno modo di raccontare le loro storie e i loro progetti ma anche di entrare a far parte del programma Adottup. Si tratta di un programma di Piccola Industria nazionale finalizzato a promuovere l’incontro tra startup ad alto potenziale di crescita e le imprese.
Per le startup, farsi adottare da una PMI, può essere un modo per sperimentare la propria idea in un contesto solido e collaudato come quello d’azienda, trovare spazi o usufruire di servizi esistenti, condividere reti e canali commerciali anche internazionali, poter contare su conoscenze e competenze manageriali, nonché su eventuali supporti finanziari. Il MarketplaceDay non dimentica nemmeno l’importanza di crescere e far crescere le imprese sui mercati esteri. Nell’area internazionalizzazione ci saranno buyer del mondo dell’Habitat e del settore metalmeccanico provenienti da molti paesi: Regno Unito, Germania, Romania, Albania, Repubbliche Baltiche e Paesi Scandinavi. Parteciperanno ospiti anche diverse delegazioni istituzionali, dalla Bulgaria, dalla Serbia e dalla Romania, inoltre saranno presenti la Camera di Commercio Italo-araba e Italo-tedesca e Confindustria Assafrica. Le imprese partecipanti avranno inoltre la possibilità di parlare e dialogare con Bonifacio García Porras, head of Unit “Innovation Policy for Growth” della Commissione Europea. L’importante funzionario europeo è già sul nostro territorio da lunedì scorso grazie ad un’iniziativa di Confindustria Ancona con il proprio Desk Europa e ha una settimana fitta di incontri e di appuntamenti con aziende associate, Università, operatori economici; il giorno 22 maggio sarà tutta la giornata al MarketPlaceDay, disponibile a incontrare gli imprenditori.

“Partner essenziale di ogni progetto che riguarda il mondo industriale è indubbiamente il sistema bancario – ha concluso Mingarelli – a cui va il nostro grazie per aver sostenuto l’iniziativa. A partire da Mediolanum che è main sponsor mi piace citare tutte le banche che ci stanno sostenendo: Banca Carim, Banca Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Banca Marche, Banca dell’Adriatico, Credito Emiliano, Ubi Banca Popolare di Ancona, Deutsche Bank e Veneto Banca. Una presenza così qualificata del sistema bancario, rappresentato dai vertici territoriali degli Istituti di Credito, consentirà alle imprese di confrontarsi con il mondo della finanza per trovare le risorse indispensabili per la loro crescita”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy