ESEQUIE CESAURI, IL PARROCO: ‘VINCE LA MISERICORDIA’

Chiesa di San Facondino gremita a Sassoferrato per l’ultimo saluto a Corrado Cesauri l’imprenditore che si è tolto la vita nella sua azienda di Ischieta. Ieri, dopo al camera ardente allestita a Torrette, anche i sassoferratesi hanno potuto salutarlo nel corso della cerimonia funebre che si è tenuta alle ore 17,30. Il parroco don Giovanni Mosciatti ha celebrato le esequie in una chiesa che non è riuscita a contenere tutti. Con lui anche il parroco di Genga don Claudio Capoccia. Amici e conoscenti si sono stretti intorno ai familiari dell’uomo che, da giovedì, attendevano di poter dare sepoltura al settantaseienne conosciuto e apprezzato da molti in città. In città sono giunte rappresentanze della Croce Rossa – Cesauri era stato tra i fondatori della sezione locale – da Fabriano, Fermignano, Fossombrone e una delegazione del comitato regionale oltre che da Sassoferrato. Nell’omelia il parroco ha detto che questo è il momento della misericordia di Dio perché “ognuno di noi è amato da morire. L’ultima parola sulla vita di ognuno di noi – ha spiegato don Giovanni Mosciatti – è proprio la misericordia che vince sempre.”

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy