DIALOGO ISLAM-CRISTIANI CON STUDENTI MOREA-VIVARELLI E VALENTINA COLOMBO

Al principio del dialogo c’e’ un incontro. E Fabriano sarà lieta di approfondire un argomento importante e delicato come il dialogo tra mondo islamico e cristiano insieme alla dottoressa Valentina Colombo, con tre appuntamenti: mercoledì 11 marzo, alle 17.30 all’Oratorio della Carità per tutta la cittadinanza e giovedì 12 marzo, alle 8.15 all’Istituto Agrario Vivarelli e alle 10.30 nell’aula magna dell’istituto Morea con gli incontri dedicati agli studenti ed eccezionalmente aperti a tutti coloro che vorranno esserci. “In questi anni – spiegano le professoresse Maria Cristina Corvo e Rosella Palanga – abbiamo imparato che il dialogo islamo-cristiano esige pazienza, umiltà ed uno studio approfondito. Abbiamo capito che l’approssimazione e l’improvvisazione sono sempre controproducenti. Abbiamo sperimentato che l’antidoto più efficace contro ogni forma di violenza è l’educazione alla scoperta e all’accettazione della differenza come ricchezza e fecondità. Ci si avvicina all’altro in punta di piedi perché alzare la polvere può annebbiare la vista. Così, con gli studenti del Morea-Vivarelli abbiamo deciso di dedicare il progetto annuale all’approfondimento dell’Islam. Per noi – raccontano – è un vero piacere invitare tutti ad un doppio appuntamento con la dott.ssa Colombo, una delle più grandi esperte di Islam che abbiamo in Italia. In questo periodo in cui si vedono più “scontri” che “incontri”, a scuola, nel nostro piccolo, abbiamo capito ancora meglio che costruire la pace è difficile, ma vivere senza pace è un tormento.” Il progetto si concluderà a luglio con un viaggio in Israele realizzato con il tour operator marchigiano Go Asia.

Chi è Valentina Colombo?
E’ricercatrice di Storia dei Paesi islamici presso l’Università Europea di Roma e Senior Fellow presso la European Foundation for Democracy di Bruxelles. Dopo essersi laureata in Lingua e letteratura araba all’Università Cattolica di Milano, ha conseguito il dottorato di ricerca in Islamistica presso l’Istituto Orientale di Napoli. Ha insegnato all’Università di Bologna, Ravenna e Viterbo. I suoi ambiti di ricerca principali sono i processi di democratizzazione in Medio Oriente e la condizione della donna e degli intellettuali liberali nel mondo islamico. Collabora regolarmente con l’agenzia cattolica Zenit. Ha scritto numerosi saggi e articoli sul mondo islamico. È anche la traduttrice ufficiale italiana del Premio Nobel Nagib Mahfuz e di autori della letteratura araba classica e contemporanea. È membro del Comitato per l’islam italiano presso il Ministero dell’Interno.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy