DROGA DAL PAKISTAN, BLITZ ALL’HOTEL HOUSE. 4 ARRESTI

Eroina pachistana in gran quantità, spacciata nelle Marche anche con una rete di contatti telefonici e via internet attraverso un motore di ricerca turco.  Con l’operazione ‘Rivers Drug’ i carabinieri di Osimo hanno arrestato quattro persone e stroncato un traffico di droga pari a 12 kg di droga venduti in quattro mesi fra la Val Musone e la Riviera del Conero. Centrale dello spaccio era l’Hotel House di Portorecanati, dove ieri notte i Cc hanno fatto irruzione. Gli arrestati sono Saif Hullah, pachistano residente a Portorecanati, ritenuto il capo dell’organizzazione, Roberto Reitano, un anconetano residente a Polverigi, il tunisino Radpuane Ataoui, che vive ad Ancona, e un altro pachistano, Alì Abbas, domiciliato all’Hotel House e ‘vedetta’ della banda. Ataoui e Reitano sono stati fermati per un controllo mentre viaggiavano in auto con pochi grammi di eroina, gli altri due sono stati bloccati nel residence, con 22 grammi di eroina, marijuana, 12 cellulari, due pc portatili e mille euro in contanti. In uno dei 5 appartamenti dell’Hotel House perquisiti i carabinieri hanno trovato frullatori, bilancini, carta stagnola e bustine per il confezionamento della droga, che veniva acquistata al Sud e rivenduta sulle piazze di Portorecanati, Osimo, Filottrano, Castelfidardo, Sirolo, Polverigi e Agugliano. L’attività di spaccio fruttava all’organizzazione qualcosa come 90 mila euro al mese, e stava per estendersi anche alla Vallesina. Le indagini sono state condotte con il coordinamento delle procure di Ancona e Macerata.

Ansa

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy