INDESIT, RICCIATTI (SEL): ‘SCENARI PREOCCUPANTI A FABRIANO’

 “Il documento di offerta pubblica di acquisto di Whirlpool non fa che accreditare le numerose preoccupazioni dei lavoratori su possibili chiusure di stabilimenti e accorpamenti”. Lo afferma l’on. Lara Ricciatti (Sel) che chiederà lunedì un tavolo al Mise per fare chiarezza sulle intenzioni di Whirlpool dopo l’acquisizione di Indesit. “Oggi, 3 novembre – ricorda Ricciatti – prende avvio l’Opa che dovrebbe portare Indesit nel pieno controllo di Whirlpool. Di alcuni giorni fa le prime indiscrezioni sul documento”, che “farebbe espresso riferimento a una fusione per incorporazione di Indesit in un’altra società del gruppo Whirlpool ulteriore rispetto alla fusione. Sempre dalle indiscrezioni stampa, si apprende che il gruppo americano sta ‘considerando la razionalizzazione delle funzioni amministrative e produttive tra Whirlpool e Indesit’. A questo punto le preoccupazioni di lavoratori, organizzazioni sindacali e delle comunità coinvolte appaiono più che fondate”. Ricciatti aveva già presentato un’interrogazione alla quale l’8 ottobre ha risposto il viceministro allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti, “riportando la posizione di Whirlpool che esprimeva la necessità di effettuare ulteriori verifiche al suo interno prima di illustrare il piano di riassetto”. “Ora – continua la parlamentare di Sel – intravediamo qualcosa in più sulle intenzioni di Whirlpool e quello che leggiamo non ci piace, considerato che il 3 dicembre 2013 la vecchia dirigenza Indesit ha sottoscritto con le organizzazioni sindacali e il Mise un accordo volto a salvaguardare livelli occupazionali e impianti produttivi nelle Marche e in Campania”. (Ansa)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy