L’ITALIA RIPARTE DALLA MUSICA… AL PIANOFORTE! A FABRIANO SUCCESSO PER L’ACCADEMIA

Uno dei territori italiani più toccati dalla crisi manifatturiera riparte dalla cultura, in primis dalla musica e da un nuovo turismo per intenditori ed appassionati, quello che si raccoglie intorno al Pianoforte storico. La “città della carta”, Fabriano, nel cuore delle Marche, diventa infatti anche simbolo della Grande Musica, grazie al Polo Musicale Internazionale. Il tutto nella cornice del riconoscimento in corso di Fabriano “Città Creativa” dell’UNESCO. Un luogo del tutto particolare quello del Polo Musicale Internazionale (insediatosi nell’affascinante Complesso di San Benedetto), che dopo il primo anno di attività fa il punto sulla sua grande scommessa culturale e lancia ulteriori linee di sviluppo – lavorativo, formativo, turistico – per l’Italia. Successo per la sua attività di Accademia dei Musici e di Museo del Pianoforte storico e del Suono: il Polo ospita infatti l’Accademia Stabile del Pianoforte storico, nata dall’intuizione del Maestro Claudio Veneri di riproporre la musica dei grandi compositori sui loro strumenti originali per riascoltarla, oggi, come loro la sentivano: una rarità suggestiva. L’idea si fonda su quella stessa del Museo, la collezione di pianoforti storici autentici selezionata da Claudio Veneri e formata da 26 strumenti originali che attraversano la storia del pianoforte, dal 1790 al 1935. Il Museo così creatosi, unico al mondo, “è un percorso guidato che si compone di pianoforti storici autentici e musica dal vivo eseguita da un concertista e si completa con immagini didattico-evocative che rimandano ad ambientazioni ed arredi, scene, costumi ed atmosfere delle varie Epoche” come ci dice il Presidente dell’Accademia dei Musici, Valerio Veneri. A questa attività di magico recupero di suoni, immagini e storia, si unisce dunque la formazione, anche con corsi di studi musicologici e organologici, master di esecuzione concertistica, concorsi e concerti. Un progetto ricco e ambizioso quello lanciato dai fratelli Veneri, con gli occhi rivolti al mondo, all’arte, ad un mercato in crescita. Tre le novità 2014 all’interno del Polo. La Bottega dei Musici, la Fabbrica di Pianoforti e Clavicembali in copia, che produce 6 modelli di strumenti, pietre miliari nella Storia del Pianoforte, con l’unicità, a livello nazionale, della riproposizione della fabbrica (laboratorio artigiano) storica coniugata alle moderne tecnologie produttive, ottenendo così altissima qualità per un prodotto di costo competitivo sul mercato. Il Laboratorio dei Musici, che si occupa del recupero di pianoforti storici originali, riportandoli alle condizioni originali “da concerto”, quindi perfettamente funzionanti, attraverso un restauro filologico secondo i testi storici e le regole delle antiche pratiche, tecniche, ricette e materiali. Un laboratorio che vanta anche un’attività didattica, con una Scuola di Restauro ed una Scuola per Accordatori. C’è poi la ricettività di “Villa dei Musici”, vera e propria innovazione rispetto a tutte le altre strutture dedicate all’ospitalità. Si articola su due livelli di accoglienza: uno dedicato a giovani musicisti di tutti i Paesi, iscritti alle attività didattico-artistiche di Accademia dei Musici, che potranno quindi usufruire, in totale gratuità, dell’ospitalità; uno per gli ospiti paganti, privati, individuati nella fascia turistica dedita a brevi vacanze, prevalentemente tematiche, che saranno immersi nelle meravigliose atmosfere del “vivere con gli artisti”, del gioire della musica insieme a loro, con le sorprese di imprevisti spettacoli estemporanei dedicati solo a loro.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy