SEMINA TERRORE CON 2 MACHETE, FERITO CARABINIERE A JESI

Un giovane nero di 26 anni ha seminato il panico tra i passanti, minacciandoli con due machete per poco più di un’ora mentre si aggirava nei pressi delle mura storiche di Jesi. Si era impadronito dei coltelli dopo avere infranto la vetrina di un’armeria, poi era fuggito inseguito da carabinieri e polizia. Esplosi anche alcuni colpi di pistola a salve. Dopo una puntata in una chiesa, è stato alla fine raggiunto e bloccato. Ma prima è riuscito a sferrare un fendente che ha colpito di striscio al fianco sinistro il comandante della locale compagnia carabinieri, intervenuto siul posto con la madre del ventiseienne per tentare di convincerlo ad arrendersi.  (Ansa)

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy