CGIL: “DESI MOBILI DOVREBBE PORTARE LIBRI IN TRIBUNALE.” RISCHIO LICENZIAMENTI

I 136 lavoratori dello storico mobilificio Desi Mobili di Cerreto d’Esi sono da ieri in assemblea permanente, dopo che l’azienda ha comunicato al tribunale di non voler proseguire la procedura di concordato fallimentare. Secondo Gianluca Possanzini, della Fillea Cgil di Ancona, “non ci sono le condizioni, soprattutto finanziarie, per proseguire l’attività, l’azienda dovrebbe portare i libri i tribunale. Per i lavoratori si apre uno scenario drammatico, anche perchè molti ammortizzatori sociali sono già stati utilizzati. Ora – aggiunge – si valuterà l’ipotesi della cassa integrazione straordinaria, altrimenti si potrebbe aprire la procedura di mobilità e il licenziamento. C’è un’azienda mobiliera del Pesarese interessata a proseguire l’attività anche come affitto di ramo d’azienda, ma – sottolinea Possanzini – è una possibilità tutta da verificare e costruire». Intanto il sindacato sta seguendo la vertenza «con la massima attenzione ai livelli occupazionali.

IL COMUNICATO DELL’AZIENDA:

http://www.radiogold.tv/?p=8525