FABRIANO SALUTA IL DOTTOR ROBERTO PELLEGRINI

di Marco Antonini e Gigliola Marinelli

Fabriano – E’ morto il dottor Roberto Pellegrini, storico anestesista dell’ospedale Profili e politico fabrianese. Aveva 68 anni. Segretario Udc dal 2009 al 2014, è stato anche membro del Comitato Provinciale del partito e consigliere comunale a Fabriano, dal 2012 al 2017. Ha partecipato sempre ad ogni iniziativa a sostegno del partito. Cordoglio nella città della carta. “Il mondo radiofonico fabrianese, con la scomparsa di Roberto Pellegrini, perde una colonna portante. A metà degli anni ‘70 fondò l’emittente libera Radio Stereo Marche – dice Gigliola Marinelli, direttore di Radio Gold – di cui fu attivo protagonista e Presidente. L’impegno di Roberto Pellegrini per la nostra comunità è proseguito poi con la sua attività politica, sedendo per molti anni nel consiglio comunale cittadino. Il sorriso e l’umorismo di Roberto saranno difficili da dimenticare. Conservo un bellissimo ricordo della giornata di ottobre 2012 quando a Radio Gold organizzai, con il fratello Giorgio Pellegrini, una simpatica rimpatriata degli ex di Radio Stereo Marche (vedi foto). Il Presidente ne fu veramente felice. Mi unisco con tutto lo staff di Radio Gold al dolore dei famigliari e abbraccio Giorgio con immutato affetto”.

Sandra Girolametti, segretario Udc Fabriano: “Roberto è stato più che un amico, un fratello. Sempre attento alle esigenze di tutti, per tanti anni è stato alla guida del partito Udc a Fabriano ed anche capogruppo del medesimo partito in consiglio comunale sapendo interpretare le necessità dei cittadini e praticando una politica fatta di accoglienza e mediazione più che di scontri e sterili battaglie. Ha combattuto la malattia da medico intelligente e sapiente ed in ogni istante della sua vita ha saputo regalare a chi gli era accanto parole di saggezza sempre declamate in rime scherzose”.

Al dolore si associa anche Luigi Viventi che ricorda “le sue doti umane ed il suo alto senso civico”. Il partito “esprime alla moglie ed ai figli la loro vicinanza in questo dolorosissimo momento”. Gli amici non potendo partecipare personalmente all’ultimo saluto hanno espresso la volontà di unirsi spiritualmente in preghiera ognuno nella propria abitazione nel momento in cui avverrà la benedizione della salma al cimitero.

“Simpatia, umanità e buon senso, sono queste le caratteristiche che meglio descrivono Roberto, mio amico e collega – dice Marco Ottaviani, dirigente di Dermatologia all’ospedale Profili di Fabriano. Un eclettico poeta ingegnere del fai da te: dall’agricoltura alla falegnameria, passando per la poesia. Se non ti dedicava una poesia in vernacolo, caratterizzandoti come solo un animo nobile e arguto sa fare, ci rimanevi male. Ed è per questo che non negava mai la sua penna a nessuno. Abbiamo raccolto tutte queste poesie in vernacolo – conclude – in una pubblicazione L’ospedale d’annata, dove sono caratterizzati generazioni di medici transitati nel nostro presidio ospedaliero. Ho perso un amico”.