CURIOSITA’… IN BREVE

Jesi – È stata destinata a Jesi quasi la metà dei 517 mila euro che la Regione Marche ha destinato per il 2020 ai contributi per l’installazione di isole ecologiche intelligenti finalizzate al riconoscimento dell’utente e, un domani, all’introduzione di una tariffazione puntuale sulla base dei rifiuti conferiti da ciascun cittadino. “Un risultato che premia la capacità progettuale dell’Amministrazione comunale impegnata ad introdurre, sempre nel centro storico ed a copertura di tale bacino, altre piattaforme come quelle installate in Piazza Sansovino dove già oggi i residenti, muniti di tessera magnetica e sacchetti personalizzati, possono effettuare la raccolta differenziata con una tracciabilità che permette di verificare l’effettivo quantitativo di rifiuti prodotto e, di conseguenza, poter prevedere in futuro un meccanismo premiante sulla tassa poi da applicare” dicono dalla Giunta comunale Bacci. In aggiunta ai 247 mila euro previsti per Jesi nel 2020 finalizzati alla realizzazione di queste nuove piattaforme tecnologiche, la Regione ha già formalizzato l’erogazione di altri 22.700 euro quale contributo per la prima isola ecologica intelligente attivata e ulteriori 40 mila euro per la fornitura e la messa a punto di tutte le attrezzature del sistema e dei programmi di gestione per arrivare in futuro alla tariffazione puntuale.

Jesi – Jesi si conferma ancora una volta la città delle Marche che ha la tassazione più bassa per le aziende. Il risultato emerge dalla consueta indagine della Cna che stavolta ha preso in esame l’anno d’imposta 2019 dove Jesi si presenta tra i Comuni più virtuosi d’Italia, con un peso fiscale nettamente al di sotto della media nazionale. L’incidenza delle tasse sulle imprese di Jesi è anche minore da 1 a 4 punti percentuali rispetto alle altre maggiori città della regione, a partire dai capoluoghi di provincia. Jesi, ormai da 6 anni, ha attivato anche la cosiddetta “No tax zone”, l’innovativo strumento di incentivo riservato alle nuove attività commerciali e artigianali di vicinato del centro e dei quartieri storici (ma che di fatto poi si estende all’intero tessuto urbano). In base a tale progetto sono erogati contributi di € 500,00 per tre anni consecutivi quale parziale compensazione delle tasse locali (Tari, Imu, Imposta pubblicità). Il bando per le attività avviate nel 2019 scade il prossimo 29 febbraio e prevede una dotazione finanziaria ancora maggiore proprio per provare a soddisfare tutte le richieste.

Jesi – Sono della fotografa jesina Francesca Tilio le opere che nel corso del 2020 verranno allestite, con rotazione stagionale, nelle pannellature espositive sotto l’Arco del Magistrato accanto al Caffè Imperiale di Jesi. Francesca Tilio con queste riproduzioni fotografiche vuole far conoscere la città sotto nuovi punti di vista, in particolare con l’inedita prospettiva di luoghi carichi di fascino come lo sono gli atelier degli artisti jesini disseminati soprattutto nel centro storico.

Jesi – La raccolta di sfalci erbosi e potature di privati non rientra tra quelle attività di ritiro dei rifiuti per le quali è conteggiata l’apposita tassa, ma va pagata a parte dall’utente che ne fa richiesta. Lo dispone l’Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente a cui anche il Comune di Jesi deve uniformarsi, rispettando il principio secondo il quale non è corretto che il servizio di raccolta sfalci e potature ricada sull’intera collettività e dunque anche nei confronti di chi non ha giardino o verde privato. Dunque, entro il 31 marzo, via tutti i bidoni per il verde in città. Per i cittadini che hanno necessità di smaltire i rifiuti provenienti dai propri giardini, vi sono due opportunità. La prima è il conferimento gratuito presso il centro ambiente del Campo Boario aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 13 alle ore 19 e il sabato mattina dalle ore 7 alle ore 13. La seconda è quella di usufruire del servizio domiciliare a pagamento con un bidone personalizzato messo a disposizione da JesiServizi (al costo mensile di circa € 4,00). Il personale di JesiServizi provvederà poi al ritiro del verde con cadenza periodica.

Fabriano – Si è svolta lo scorso settimana la Irina Deleanu Cup in Romania, importante appuntamento internazionale del mondo ritmico. Ottime le notizie che giungono dall’Est Europa. Il Team Italy 1 composto da Sara Rocca, Giulia Della Felice e la nostra stella Faber Ginnastica Fabriano Serena Ottaviani, sale sul secondo gradino del podio conquistando un bellissimo argento. Per quanto riguarda le individualiste Senior ottimo l’esordio Internazionale della nostra neo senior Sofia Raffaeli. La stella Faber Ginnastica Fabriano conquista 5 podi su 5. Argento nella classifica generale all around. Argento al cerchio. Oro alla palla. Argento alle clavette. Oro al nastro. Intanto in Italia, a Fermo, si è svolta nello stesso week-end la seconda tappa Interregionale di zona tecnica 3.

Marco Antonini