LA GRANDE ARTE AL CINEMA. MOVIELAND PROTAGONISTA, DAI MUSEI ROMANI A MATISSE

Il cinema Movieland continua il percorso intrapreso con l’arte. Dopo il successo avuto con le speciali proiezioni che hanno catapultato gli spettatori nei teatri più importanti del mondo ad assistere a balletti e concerti, la multisala fabrianese è pronta per stupire ancora con un nuovo e ricco calendario: “La grande arte al cinema.” C’è da ricordare però i soliti appuntamenti relativi al calendario ordinario e a quello della rassegna CINEMANIA che ogni martedì offre al pubblico del grande schermo la visione di film di elevato livello artistico e qualitativo, valorizzando la funzione delle sale cinematografiche come luoghi privilegiati di promozione culturale, di aggregazione, crescita, confronto ed approfondimento. “Si è già sperimentato con gli scorsi eventi artistici che il pubblico risponde bene alle proposte relative alla cultura e all’arte.” Dice Il direttore della multisala Gianluca Chiodi. Il successo riscosso nel passato da questi eventi straordinari ha permesso alla multisala di arricchirsi ancora e di approvare un nuovo pacchetto, ancora più intenso e sorprendente. Il calendario è stato inaugurato martedì 14 ottobre con la celebrazione del 250 esimo anniversario dell’Hermitage, il museo di San Pietroburgo che rappresenta una delle mete più amate dai viaggiatori di tutto il mondo. E’ stato un evento cinematografico impressionante: un tour esclusivo ha guidato gli spettatori all’elettrizzante scoperta di alcuni dei 3 milioni di pezzi conservati nel suntuoso scrigno di San Pietroburgo. L’appuntamento successivo ci sarà martedì 4 novembre con lo straordinario viaggio ai Musei Vaticani. Come però non ricordare lo speciale appuntamento firmato CINEMANIA di martedì scorso “Medici con l’Africa” il documentario che mostra come l’associazione Cuamm “Medici con l’Africa” lavora, lasciando la parola a medici, pazienti, adulti e bambini. Un appuntamento importante dunque che ha visto inoltre la presenza di una delegazione di questa associazione e dello sceneggiatore Claudio Piersanti. Questo è il cinema dell’informazione e della solidarietà dal momento che parte dell’incasso è stato devoluto in beneficenza. L’umanità è la protagonista di queste iniziative: la multisala può educare la cittadinanza alla solidarietà, all’arte, alla cultura, contrariamente quindi allo stereotipo negativo relativo alla multisala intesa come cinema di massa di basso livello dove non esiste la differenziazione dell’offerta. L’arte, la poesia, la letteratura piacciono o almeno attirano il pubblico; questo è stato dimostrato dal successo del film su Leopardi “Il giovane favoloso” che, con sorpresa, ha riscosso un enorme successo a Fabriano; tanta gente sente ancora il bisogno di cultura, altra ne è attratta e ciò non può che non essere un dato importante, fondamentale per una società che, sempre più legata alla materialità, dimostra di non rinunciare all’arte in generale. Aldilà della riuscita di questo film c’è da considerare che anche chi è estraneo al mondo della letteratura e dell’arte ha deciso di vedere un film intenso, impegnativo dando dei segnali importanti al mondo del cinema. Il Movieland di Fabriano ha confermato, anche con questo film, che la cultura nel grande schermo piace ed è per questo che si è scelto di immergersi nell’arte con una serie di eventi. Il prossimo evento che propone la multisala fabrianese martedì 4 novembre è assolutamente imperdibile. Verrà proiettato il film che trasporta gli spettatori nel cuore dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina per una visita esclusiva in compagnia del Direttore Antonio Paolucci. Si tratta di uno straordinario viaggio alla scoperta delle più suggestive opere d’arte raccolte in due millenni di storia e porta per la prima volta le telecamere Ultra HD 4K/3D e la tecnica di dimensionalizzazione utilizzata al cinema da James Cameron all’interno dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina, mostrando i capolavori di Roma come non sono mai stati visti prima. Una megaproduzione realizzata da una troupe di 40 professionisti che hanno esplorato in lungo e in largo i Musei Vaticani: riprese suggestive effettuate di notte attraversando le sale in cui sono custodite alcune delle opere più rare e preziose del mondo, spaziando attraverso tutte le culture e tutte le epoche. La qualità delle immagini di altissima definizione permette al pubblico di osservare le opere ammirando la prospettiva ed ogni particolare; le telecamere riprendono ogni dettaglio senza farsi sfuggire niente come invece spesso accade quando si guarda le opere d’arte ad occhio nudo. L’arte al cinema riscuote successo, ma d’altronde come sostiene il direttore del Movieland di Fabriano: “Il cinema è arte e quindi deve proporre l’arte.” Dopo i Musei Vaticani, il viaggio alla (ri)scoperta dell’arte continua: filmato esclusivamente per il grande schermo e proiettato al Movieland di Fabriano sarà Matisse dalla Tate Modern e dal Moma il 9 dicembre; proiezioni mozzafiato inoltre sono previste anche per il 2015. Da non perdere infatti è l’appuntamento del 13 gennaio con “La ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer e altri tesori dal Museo Mauritshuis, Olanda. Il 10 febbraio sarà la volta di Rembrandt, dalla National Gallery, Londra e dal Rijksmuseum, Amsterdam. Dedicata a Vincentvan Gogh è la proiezione del 14 aprile con l’esclusivo accesso al Van Gogh Museum, Amsterdam. L’ultimo appuntamento della grande arte al cinema ci sarà il 26 maggio e tra Parigi, Londra e gli Stati Uniti saranno gli impressionisti i protagonisti dell’ultima data del calendario.

Francesca Agostinelli