PARMA, LA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2020

Parma è la Capitale italiana della cultura 2020, città d’arte, di storia, musica, gastronomia, università, sport, chi meglio di Parma per un titolo che porrà la città ducale sotto i riflettori. Città che sta vivendo un momento di crescita turistica notevole, frutto anche di mostre presso Palazzo Pilotta e di una forte rivalorizzazione dei suoi tesori d’arte legati in gran parte a illustri artisti come Parmigianino e Correggio. Città di aristocratiche tradizioni culturali, ricca di preziose opere d’arte, Parma è famosa al mondo per i suoi più illustri figli: artisti come Benedetto Antelami il cui talento architettonico è legato al Duomo, poi Antonio Allegri detto il Correggio, gli affreschi della cupola del Duomo che raffigurano l’Assunzione della Vergine in un vortice illusionistico sono straordinari e Parmigianino con i suoi capolavori, su tutti la bellissima Schiava Turca presso la Galleria Nazionale dove tra l’altro è conservata la Scapigliata, capolavoro di Leonardo Da Vinci. Parmigianino con le sue sinuose e allungate Vergini sagge e stolte della volta della bellissima bomboniera” Santa Maria della Steccata caratterizzata da quattro grandi absidi. Citiamo anche Bodoni, a cui si deve l’opera magna del Manuale Tipografico, per la musica e l’opera Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini, Nicolò Paganini che fu direttore del teatro di Maria Luigia, Stendhal con la Certosa di Parma e Proust, tra gli altri.

Parma si estende in quel tratto della Pianura Padana in cui la Via Emilia incontra la statale della Cisa, che conduce alle terre toscane e liguri, attraversata dalle acque del torrente omonimo Parma, affluente del Po. La sua storia ci parla di illustri signorie dai Visconti, agli Este, agli Sforza, ai Farnese, ai Borbone i cui fasti ancora oggi risplendono nei tantissimi capolavori artistici e palazzi che costellano la città e i suoi dintorni. Il legame della città con la Duchessa d’Asburgo Maria Luigia, moglie di Napoleone, che dalla reggia estiva di Colorno, trasformò Parma in una città illuminata tra arte, musica, eventi, l’amatissima Duchessa di un florido Ducato in pieno ‘800, a cui Antonio Canova dedicò e scolpì una statua ritratto in marmo sontuosa e imponente in veste di Concordia.

Parma può essere considerata una vera capitale europea dove cultura, eleganza e raffinatezza sono a portata di mano, insieme alla qualità del cibo che rientra nel suo essere punto focale della cosiddetta Food Valley, tra l’altro Parma è anche Città Creativa UNESCO per la Gastronomia. Parmigiano e prosciutto sono solo alcune delle eccellenze gastronomiche che assicurano a Parma un posto di riguardo tra le città italiane del gusto DOC. Non dimentichiamo la tradizione musicale, il teatro Verdi, il Conservatorio e i grandi nomi che abbiamo menzionato, ma anche lo sport, il Parma calcio di nuovo in serie A e la tradizione legata al volley, l’università con i suoi campus, i suoi studi e corsi europei e internazionali, insomma un unicum di attività nei vari campi e settori che la rendono protagonista della Cultura.

Francesco Fantini