A CERRETO D’ESI E’ CACCIA AL VINCITORE

di Marco Antonini

E’ caccia, a Cerreto d’Esi, al fortunato giocatore che, sabato sera 30 novembre, facendo 5+1 al SuperEnalotto, ha vinto (leggi di più) 692mila euro. E’ festa presso la rivendita Gasparrini, in via Verdi, dove un residente o una persona di passaggio, ha giocato sei numeri per tentare di sfidare la sorte e ne ha indovinati ben cinque più il Jolli. “Speravo di trovare qualcosina stamattina, tipo un messaggio – ha detto ieri Giuseppe Gasparrini che insieme alla sorella Monia, la titolare, gestisce l’attività commerciale – anche dentro la cassetta, ma purtroppo non si è visto e sentito nessuno”. La tabaccheria è situata lungo la strada principale che collega Cerreto d’Esi a Matelica e quindi al Maceratese da una parte, e allo svincolo SS 76 direzione Genga- A14 dall’altra. Non è detto, quindi, che a vincere 692.257,10 mila euro sia stato un abitante della piccola cittadina. Il concorso numero 144 di sabato ha portato però fortuna a Cerreto d’Esi! Adesso la famiglia Gasparrini attende il possibile arrivo del fortunato o della fortunata per l’attivazione dell’iter al terminale che porterà poi alla riscossione della vincita vera e propria. Quello di Cerreto d’Esi è stato l’unico colpaccio di sabato. La Sisal, infatti, ha comunicato che la schedina giocata in via Verdi è l’unico 5+1 fatto, su scala nazionale, con l’estrazione dell’ultimo giorno di novembre. I numeri estratti sono: 2,21, 47, 52, 66 e 77; numero Jolli: 9. SuperStar 73. Di questa combinazione il cliente che ha raggiunto il bar tabaccheria di via Verdi ha centrato ben cinque numeri più uno. Sulla sua identità non si sa nulla, al momento. Potrebbe essere un residente della piccola cittadina o un automobilista che, per raggiungere la SS 76, dall’entroterra di Castelraimondo o Matelica, deve attraversare Cerreto d’Esi. Anche ieri tante persone hanno raggiunto la rivendita Gasparrini per capire qualcosa sull’identità del fortunato vincitore, ma come in ogni piccola realtà, il giocatore a cui la vita è cambiata in un attimo, resterà misteriosa. Stesso discorso per il fabrianese disoccupato che, due anni e mezzo fa, ha vinto 1milione e 840mila euro con un Gratta e Vinci e che oggi guarda al futuro con meno preoccupazioni.