CIAO SANDRA, VOLTEGGIA SUI PETALI DEI FIORI

di Marco Antonini

Fabriano – Instancabile, con il sorriso, appassionata della vita, Fabriano e il Palio di San Giovanni Battista salutano oggi una delle infioratrici storiche. Se ne è andata mercoledì pomeriggio, dopo aver combattuto, per anni, contro la malattia, Sandra Mori, commerciante, volontaria sempre pronta a dare il suo contributo nel Palio di San Giovanni Battista di Fabriano, da sempre una delle donne più creatrici nell’ambito delle infiorate artistiche che, nel mese di giugno, richiamano in città visitatori da tutta Italia e non solo. La donna è morta, a 71 anni, all’Hospice dell’ospedale Profili. Intorno a lei il marito, il figlio e i parenti. Oggi, giovedì 28 novembre, le esequie nella chiesa di San Nicolò. “Per Sandra la famiglia era tutta la sua vita. Ha spalancato le porte della sua casa al mondo, lo faceva con il sorriso e l’allegria di chi viveva l’accoglienza come un abbraccio immenso verso gli altri. Una famiglia che ha allargato alla Porta del Borgo, di cui è stata fino alla fine motore indispensabile, lavoratrice e portaiola instancabile” la ricorda con commozione Gigliola Marinelli, direttore di Radio Gold con la quale ha condiviso tanti anni di Palio, soprattutto quelli delle prime storiche edizioni. Da Porta del Borgo evidenziano come intorno a Sandra “tutte le volontarie abbiano sempre fatto squadra. E’ impossibile pensare all’infiorata senza ricondurla a Sandra”. Tanti gli aneddoti che tornano in mente, molti trascorsi a San Nicolò, sede della Porta del Borgo del Palio, dove si svolgeranno oggi le esequie. “Quante lavate di capo ci hai passato perché non dipingevamo bene i drappi, gli scudi o gli addobbi, perché tagliavamo male i fiori o li seccavamo troppo o li mettevamo imprecisi a terra. Se stata un esempio per noi anche per come hai combattuto, con dignità e coraggio, contro il male” conclude Marinelli.

Porta del Borgo

Sandra, la notizia della tua scomparsa per noi borghigiani è stata un duro colpo. E’ tremendamente difficile trovare delle parole. Non sembra possibile, mentre rivediamo le numerose foto dove sei impegnata a realizzare l’infiorata, che non ci sei più. Perchè tu sei stata l’anima del gruppo infioratori del Borgo, oltre che la Responsabile: un riferimento per tutti i portaioli che si sono avvicinati per ricevere i tuoi insegnamenti, nella preparazione dei fiori e nella realizzazione dell’infiorata. Dal 1995 hai dedicato molto tempo, alla Porta del Borgo, con amore, pazienza, severità, sorriso, creatività, perseveranza, stile ed allegria. Hai lavorato con passione coinvolgente, con un tenace entusiasmo, trainando le nuove generazioni borghigiane, che con te hanno capito cosa significa fare gruppo, cosa significa lavorare per la Porta del Borgo. Una donna instancabile, come il suo amore per il colore giallo. Amavi così tanto Infiorate che ci hai proposto la creazione del Giardino del Borgo. Così potevi avere sempre la quantità giusta dei fiori per i nostri bozzetti. Da molto tempo combattevi contro un male, che dentro ti logorava, ma che affrontavi con una determinazione e con un coraggio incredibile, dimostrandoci che le salite si affrontano con positività e voglia di vivere. Nonostante tutto sei stata sempre presente nelle ultime infiorate realizzate, contribuendo con i tuoi preziosi consigli, nelle recenti vittorie ottenute dalla Porta del Borgo. Ci ha fatto immensamente piacere vederti lo scorso ottobre, votare per il rinnovo del Consiglio del Borgo: fino all’ultimo hai voluto essere una portaiola presente nella vita di porta, anche se eri visibilmente stanca. Uno dei tuoi sogni era fare l’infiorata all’interno della chiesa di San Nicolò: adesso dall’alto potrai guidare i tuoi amati infioratori che per l’imminente festa di San Nicolò, realizzeranno uno splendido bozzetto dentro la chiesa. Cara Sandra, da adesso sarà un po’ più difficile senza la tua presenza, non sarà  la stessa cosa infiorare, ma i valori che ci hai lasciato in eredità, ed i ricordi che porteremo sempre nei nostri cuori, sapranno guidarci verso nuove sfide da vincere. Sei volata in cielo in modo soave, volteggiando sui petali dei fiori: i fiori che amavi tanto e che tanto ci hai fatto amare. GRAZIE SANDRA❤️ Il Priore, il Consiglio della Porta del Borgo, il gruppo infioratori, i portaioli, si stringono con un grande abbraccio al marito Raniero, al figlio Carlo con la moglie Gloria e la piccola Olivia, alla sorella Pina e a tutta la famiglia.

Gli infioratori

Sandra ci ha salutati, piangiamo la perdita di una bravissima infioratrice e di un’amica speciale. Ha combattuto per anni e nonostante tutto c’è sempre stata, accompagnata dalla sua passione per l’arte dell’infiorata. Non ci rattristiamo per averla persa, ma ringraziamo di averla avuta.