CENTRO PER LE FAMIGLIE E AMBIENTE, I GIOVANI PRIMA DI TUTTO

di Marco Antonini

Fabriano – Inaugurato il Centro per le famiglie presso l’x asilo “Giro Girotondo” di via Petrarca, quartiere Campo Sportivo. Alla presenza dell’assessore ai Servizi sociali, Simona Lupini, da sabato ospita un luogo educativo per genitori e bambini. Il Centro riapre in una sede più ampia, con un grande spazio esterno, facilmente raggiungibile ed accessibile da tutti e per l’occasione, l’Amministrazione comunale di Fabriano, con le cooperative Coos Marche e Mosaico, ha dato vita al Fabriano Social Club. “Il Centro si trova – ha detto Lupini – in una sede più adatta, funzionale e confortevole. Non è un luogo dove si gioca soltanto, ma un contenitore sociale, un modo di vedere la città come una comunità unita. Spazio dedicato in primis alle famiglie, ma aperto a tutte le Associazioni presenti a Fabriano, per dar vita a una rete di protezione per ciascun individuo. Ci saranno laboratori esperienziali che coinvolgono tutta la famiglia, un contenitore aperto, interattivo, di supporto alla genitorialità”. Tanti i progetti pronti. Grazie alla Fondazione “Con i Bambini” sono stati ottenuti finanziamenti per “Be Sprint” dedicato alla formazione di genitori ed educatori per potenziare le competenze attraverso laboratori-incontri. Il primo sarà dedicato ai giochi, poi arte-terapia. Al via anche “Resiliamoci”, uno sportello pedagogico e il Servizio educativo domiciliare per minori che sarà potenziato. I bambini piccoli dell’ex asilo Petrarca, intanto, hanno iniziato il nuovo anno educativo presso l’asilo di via Ciampicali. Polemiche in città per il possibile trasferimento della media Giovanni Paolo II dalla sede provvisoria, l’ex Tribunale Fermi, al palazzo comunale dell’Anagrafe in attesa della demolizione e ricostruzione post sisma dello stabile di via Veneto: genitori e docenti hanno chiesto con urgenza un incontro con il sindaco Santarelli.

Puliamo l’ambiente

La scuola media Gentile dell’Istituto comprensivo “Imondi Romagnoli” di Fabriano, nei giorni scorsi, ha preso parte, con le classi prime, all’iniziativa promossa da Comune di Fabriano, Legambiente e Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi “Puliamo il mondo”. Al progetto ha partecipato anche il Comune di Genga, sempre con le scuole medie, insieme ai propri insegnanti. Tra Fabriano e Genga più di 100 ragazzi sono stati coinvolti in un’iniziativa che ha visto tutto il modo giovanile darsi da fare per pulire il mondo. I giovani fabrianesi che hanno partecipato al progetto, hanno pulito una zona del Parco “Giardini Margherita”, in centro storico. “L’esempio dei ragazzi che con questo progetto diventano delle piccole sentinelle dell’ambiente, è più importante di qualunque altro esempio. Il loro prendersi cura dell’ambiente che ci circonda, innesca un’attenzione maggiore anche negli adulti” ha commentato il Sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. A breve le frasi dei ragazzi, scritte e scelte in occasione di un’altra iniziativa promossa dal Parco e da Legambiente insieme al Comune, verranno affisse sui nuovi cestini acquistati dall’Amministrazione comunale.