FURTI NEI CIMITERI DI FABRIANO

Fabriano – Ladri al camposanto. Torna l’incubo dei furti nei cimiteri della città della carta: a segnalare l’accaduto una fabrianese, S.G. le sue iniziali, che chiede l’intervento delle forze dell’ordine per arginare un fenomeno che genera molto rabbia tra tutti coloro che vanno a pregare sulle tombe dei parenti deceduti: “E’ raccapricciante – denuncia – che periodicamente avvengano razzie sulle tombe del cimitero di Santa Maria di Fabriano”. Prese di mira sia alcune cappelle private che le tombe nei padiglioni. Rubate lampade, fiori e altri ricordi personali per un valore economico di diverse centinaia di euro che sale notevolmente dal punto di vista affettivo. “Non riesco a pensare – conclude la donna – come si possa pensare di arrivare a rubare nei cimiteri. E’ successo più volte. E’ una grave mancanza di rispetto. Spero che i ladri, leggendo queste parole, si vergognino e chiedano scusa per quanto hanno fatto di male nei confronti dei defunti e dei parenti che raggiungono il camposanto per una preghiera davanti alla tomba del proprio caro”. Periodicamente i ladri prendono di mira i cimiteri, sia quelli di Fabriano che delle frazioni. Gli ultimi episodi sono stati segnalati, recentemente, nel cimitero di Santa Maria. Ignoti hanno rubato grondaie dalle cappelle e altri utensili in rame, come spesso accade nelle stazioni ferroviarie.

m.a.