TENTATO FURTO ALL’ANAGRAFE, DENUNCIATO 25ENNE DI FABRIANO

Fabriano – Identificato e denunciato l’autore del tentato furto presso l’ufficio Anagrafe del Comune di Fabriano. I carabinieri sono riusciti a risalire al ladro grazie alle registrazioni delle telecamere di sicurezza e ad alcuni particolari: il giacchetto turchese che indossava e un gonfiore alla mano. Il protagonista, B.D. le sue iniziali, 25 anni, del posto, disoccupato, già noto alle forze dell’ordine per reati predatori, che vive in città con i suoi genitori, è stato quindi denunciato per tentato furto aggravato. I militari hanno visionato le telecamere di sicurezza posizionate in prossimità del Comune e hanno notato il colore particolare del giacchetto indossato la notte del raid. Hanno ascoltato il metronotte che ha sventato il furto che ha fornito un identikit precisa dell’uomo. Particolare non di poco conto una mano gonfia forse a seguito del tentativo di forzare la porta dell’Anagrafe per entrare e andare diretto al distributore di caffè. Nel corso del blitz dei carabinieri a casa dell’uomo è stato ritrovato lo stesso particolare indumento nell’armadio e i militari hanno constatato la stessa mano gonfia, come da testimonianza del metronotte. Il ragazzo è stato denunciato. Indagini ancora in corso: si cerca adesso di capire se è coinvolto anche nei raid nelle scuole della città avvenuti nelle scorse settimane. Anche in questi casi, infatti, i ladri hanno sempre preso di mira i distributori di merendine per asportare monete.

Il fatto

Un tentativo è saltato, il 9 gennaio, presso il palazzo dell’Anagrafe, in centro a Fabriano. Alle 1,30, infatti, un uomo, molto probabilmente giovane, con il volto coperto da una felpa è riuscito ad entrare negli uffici comunali, dopo aver forzato una porta. Sul più bello, però, è arrivato un metronotte che stava effettuando un giro di ricognizione proprio in prossimità di piazzale XXVI Settembre 1997 e il ladro è dovuto scappare a piedi senza aver messo a segno il suo colpo. Ora è caccia all’uomo e ai suoi possibili complici: particolari utili potranno arrivare dalle telecamere di sicurezza installate, recentemente, proprio davanti agli uffici del Comune di Fabriano. Indagini a cura dei carabinieri.

Marco Antonini