TELECAMERE A FABRIANO E SASSOFERRATO

Arrivano le telecamere a Fabriano e Sassoferrato. L’auspicio, dopo gli ultimi furti segnalati in tutto il comprensorio, è di vederle in funzione quanto prima. Nel dettaglio, grazie all’accordo stipulato dall’Amministrazione comunale della città della carta con la Prefettura di Ancona, verranno installate 4 telecamere di nuova generazione nelle principali vie di accesso a Fabriano. In linea di massima questi apparecchi monitoreranno tutta la città: una dovrebbe essere posizionata in prossimità di via Dante per coloro che arrivano dallo svincolo SS76 di Santa Maria, una in zona Vetralla per coloro che provengono dalla superstrada, direzione Fossato di Vico, una per monitorare la provinciale 16 che collega Fabriano a Sassoferrato e una per tenere sotto controllo la via di comunicazione con Cerreto d’Esi e Matelica. Queste 4 telecamere si aggiungono alle 16 esistenti da tempo. Anche Sassoferrato, indirettamente, avrà più controlli grazie alle 42 che verranno a breve installate per controllare 520 chilometri quadrati tra Acqualagna, Apecchio, Cagli, Cantiano, Frontone e Serra Sant’Abbondio. Il sistema evoluto di videosorveglianza pubblica con lettura avanzata di targhe è unico per i sei comuni ed è stato progettato dall’Unione Montana Catria Nerone. “Oltre a far crescere il sentimento di sicurezza nella popolazione – riferiscono le forze dell’ordine – ci consente di tenere sotto controllo tutti gli assi strategici, fare un pedinamento elettronico delle macchine sospette e delle bande di predoni, monitorare i flussi e dare l’allarme”. Così verranno coperte h24 tutte le direzioni nelle direzioni di Urbania, Piobbico, Città di Castello, Pietralunga, Scheggia, Sassoferrato-Fabriano, Pergola-Arcevia e nei due assi Fano (E78-A 14) e Roma (E45-A1). Dal punto di vista operativo le telecamere sono tutte dotate di un software specifico per leggere le targhe auto e possono essere collegate alla banca dati per individuare i veicoli non revisionati, non assicurati o le black list di macchine sospette o rubate segnalate da altri comprensori. I residenti della città sentina, comunque, da tempo chiedono al sindaco, Ugo Pesciarelli, di adoperarsi, in ogni sede, per ottenere contributi per installare telecamere anche all’interno della città visti i continui furti. Sabato sera l’ultimo raid della banda che è entrata in villa, a Piano di Frassineta, dalla finestra del piano terra lasciata aperta e, una volta dentro, ha messo casa a soqquadro, a tranciato la cassaforte ed è scappata con 2mila euro di gioielli. E’ caccia ai ladri che sarebbero fuggiti con una Audi station vagon. Telecamere richieste anche a Fabriano: le 4 di nuova generazione che verranno posizionate entro qualche mese non sono l’ultima novità in materia di sicurezza. Ci sono anche 40 telecamere, più cinque posizionate nel 2017, sulle isole ecologiche a peso dell’anello del cento storico: permetteranno di monitorare il conferimento dei rifiuti e le auto in circolazione nella strada limitrofa. Tre telecamere, comprese nel Bando della raccolta differenziata, verranno installate in altrettanti punti strategici della città. La scelta potrebbe cadere sul semaforo situato all’incrocio del quartiere Pisana, alla rotatoria del Piano e in via Martiri della Libertà.

Marco Antonini

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati