LA CAMMINATA NEL CENTRO DI FABRIANO ASPETTANDO MONELLI E MAGLIO

Fabriano – Circa 200 persone, molti quelli che si stanno iscrivendo ancora adesso, si sono iscritti al “Convivio Errante”, una delle novità della XXIV edizione del Palio di San Giovanni Battista di Fabriano. Il via ufficiale all’evento questa mattina, sabato 23 giugno, alle ore 9,30. “E’ un percorso urbano – spiega lo storico Giampaolo Ballelli – lungo il quale si scopriranno otto punti di interesse e quattro degustazione nelle “hosterie” delle porte. Un itinerario suggestivo che unisce le quattro “hosterie” delle contrade, arricchito dai racconti, dal folclore, dalla musica, da performance teatrali”. Una giornata all’aria aperta, trascorsa passeggiando per le vie e i vicoli meno conosciuti della città medioevale, alla scoperta delle bellezze e dei luoghi che ospitano le tappe del percorso. Le quattro “hosterie” faranno a gara, ognuna con un tema diverso, per eccellere nel deliziare il palato dei partecipanti con degustazioni di piatti medioevali e bevande. La partenza avviene scaglionata in 8 gruppi con due accompagnatori ciascuno composti da 50 persone massimo ogni 15 minuti dalle ore 9.45. Gli 8 gruppi osservano le seguenti partenze: 9.45-10.00-10.15-10.30-10.45-11.00-11.15-11.30. Ogni gruppo sarà capitanato da un accompagnatore (foto) che avrà il compito di accompagnare i partecipanti, dando i tempi di sosta per ogni tappa. Il percorso a piedi parte e termina ai Giardini Regina Margherita di Fabriano con un percorso complessivo di circa 3 km. Menù: Porta Cervara: Stuzzicheria de lo Giullare, affettati, formaggio, erbe, crescia. Porta Pisana: Zuppa de lo Priore, legumi in crosta di pane. Porta del Borgo: Forza de lo Fabbro,  spezzatino di cervo con purea di ceci e bruschetta. Porta del Piano: Delizia de lo Viandante, dolciumi secchi.

Lo Convivio Errante con l’associazione dei Commercianti del centro storico diretta da Antonella Bartolini. “La nostra associazione – racconta la presidente – ha scelto di sostenere quello che è uno tra gli eventi di maggior spessore organizzati in città. La Magnalonga Medievale è una passeggiata nel centro della città per apprezzarne le bellezze e gustarne i sapori: chi meglio di noi, dunque, che siamo nel cuore, anzi, siamo il cuore del centro storico poteva sponsorizzare questo appuntamento che si svolgerà tra le mura cittadine?! Promuovere il centro storico è alla base del nostro lavoro di ogni giorno, i nostri esercizi commerciali lo abbelliscono e lo valorizzano e quindi siamo ben lieti di aver contribuito alla realizzazione di questo percorso che si snoderà nelle vie centrali e che permetterà di ammirarne anche le bellezze commerciali. Coloro che vi prenderanno parte saranno dotati di tracolle portabicchiere dove campeggerà il nostro logo abbellito ad hoc per l’occasione dai colori delle quattro porte”.

 

Programma sabato 23 Giugno

ore 18.30: Concerto banda di Fabriano sul Sagrato della Cattedrale

ore 21.30: Premiazioni Infiorate Artistiche in Piazza del Comune (nel 2017 la vittoria andò al Borgo)

ore 22.00: Benedizione solenne degli Arnesi, dei fiori e del Palio 2018 presieduta da Monsignor Stefano Russo, vescovo diocesano, in Piazza del Comune

ore 22.30: Palio dei Monelli in Piazza del Comune (nel 2017 primo posto per Porta del Piano)

 

Programma domenica 24 Giugno – San Giovanni, patrono della città e diocesi

ore 11.30 – 16.30: Annullo postale Sede Ente Autonomo Palio San Giovanni Battista

ore 18.00:  Solenne Pontificale in Cattedrale San Venanzio presieduto da S.E. Mons. Stefano Russo e Processione al Santo Patrono

ore 21.30: Trofeo della porta – premiazione in Piazza del Comune

ore 22.00: Sfida del maglio in Piazza del Comune

 

Evviva il Palio – di Gabriele Santarelli, Sindaco di Fabriano

Il Palio in 24 anni di vita ha saputo rinnovarsi senza mai perdere lo spirito e la forza iniziale. I responsabili dell’Ente Palio che si sono succeduti hanno saputo dare continuità apportando volta per volta novità e arricchendo il programma con eventi collaterali che non distolgono l’attenzione dal cuore dell’evento, ossia la sfida del maglio, ma sanno invece accompagnare la città in un crescendo verso questo appuntamento finale. Negli ultimi anni, in questa edizione in modo particolare, si è dato un valore culturale e storico maggiore con eventi in grado di far conoscere la storia della nostra città e di raccontarne aspetti poco noti eppure affascinanti. Il Palio, che trova forza nella divisione in quattro porte, ha saputo dare negli anni una identità comune alla città di Fabriano e così, all’avvicinarsi dei giorni dell’evento, nelle case dei cittadini si spolverano i drappi che verranno esposti alle finestre e sui balconi dando l’immagine di una città divisa nelle quattro porte ma unita nello spirito che è proprio del Palio. Anche in questa edizione, la prima del nuovo corso dell’Ente, abbiamo visto collaborare insieme persone di diverse generazioni, tutte impegnate per offrire ai cittadini fabrianesi e alle persone che verranno da fuori città, l’immagine di una città ospitante e operosa. Sono centinaia di persone che dedicano una parte importante del proprio tempo nell’organizzazione e nella gestione e realizzazione delle osterie, dei borghi medievali, dei giochi, della sfida del maglio, delle infiorate e di tutti gli eventi collaterali. Questo è un impegno che non deve mai essere dato per scontato perché richiede sacrificio e perché viene profuso con l’obiettivo di regalare a tutti giorni di festa e di divertimento. Il ringraziamento va doverosamente a tutti loro e va anche ai ragazzi della Protezione Civile e ai volontari di Croce Rossa e Croce Azzurra che svolgeranno il servizio di sicurezza e di primo soccorso.

 

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati