IN ATTESA DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO, IL PUNTO DELL’ASSESSORE LUPINI

Si è appena concluso l’anno scolastico, ma le famiglie hanno già sollevato dubbi e preoccupazioni  per settembre quando, con la partenza del nuovo anno, si riproporranno le problematiche della variazione di sede della scuola media Giovanni Paolo II e della sicurezza sismica degli altri plessi cittadini, con particolare angoscia per il problema amianto alle scuole Mazzini, il cui intervento è stato rinviato dall’attuale Amministrazione. Ecco il punto di Simona Lupini, assessore all’Istruzione del Comune di Fabriano.

Assessore, in primis, abbiamo novità sull’ubicazione della scuola Giovanni Paolo II?

La scuola media Giovanni Paolo verrà trasferita alla ex Fermi, mentre l’asilo nido rimarrà del tutto indipendente. La sede della Giovanni Paolo II rimane comunque comoda, centrale  e adeguata rispetto alla fascia di età che ospiterà.

Come possiamo tranquillizzare i genitori dei ragazzi che frequentano le scuole Mazzini, specie per il problema amianto?

Riguardo l’amianto delle scuole Mazzini,  l’assessore Pascucci (con il quale mi confronto) notifica che le emissioni dell’amianto, da ricontrollare a luglio, danno un risultato pari a zero. Tale risultato deve rassicurare i genitori, nonostante la notizia  della mancanza di fondi per intervenire subito, abbiamo partecipato ad un bando per trovare altre risorse per mettere mano al progetto quanto prima.

Sono previsti altri spostamenti di plessi ed altri lavori di sistemazione degli stessi?

Non ci sono per ora altri spostamenti previsti, ma l’assessore Pascucci dichiara di aver richiesto nuovi fondi alla Regione per i controlli di vulnerabilità sismica in tutte le scuole.

Come Amministrazione vi siete confrontati con il personale docente e le famiglie per quanto riguarda queste problematiche? Avete trovato un clima collaborativo?

Abbiamo sempre  confronti con i dirigenti scolastici, che si sono sempre dimostrati molto collaborativi sia con l’amministrazione, apprezzandone le scelte volte alla sicurezza , sia tra di loro per trovare le soluzioni più opportune e meno disagevoli per le famiglie. Queste ultime, come comprensibile,  sono preoccupate ma collaborative. I cambiamenti sono sempre eventi stressanti per tutti, sia per chi decide di metterli in atto,  sia per chi in qualche modo li subisce,  anche se tutte le persone hanno apprezzato tantissimo la scelta dell’assessore Pascucci dell’amministrazione di investire nella sicurezza delle scuole,  perché i bambini sono il nostro futuro e quindi bene prezioso da tutelare al di là di ogni interesse economico.

Gigliola Marinelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati