SASSOFERRATO: LADRI FUGGONO CON 5 FUCILI. CASA A SOQQUADRO. Le foto

Pensavano di aver trovato i gioielli, ma si sono sbagliati: nell’armadietto blindato della camera che sono riusciti ad asportare di netto, infatti, non c’erano molti oggetti in oro, ma ben cinque fucili regolarmente denunciati. Furto a Monterosso Stazione, a pochi chilometri da Sassoferrato, lungo la strada che conduce a Pergola. Nei giorni scorsi, in pieno giorno, verso le 9 mattino, i ladri sono entrati in al piano terra di una villetta sfondando una porta finestra  e sono riusciti a portarsi via l’armadietto blindato. La casa è stata messa a soqquadro, tre le porte che sono state rotte più la mobilia. Danni per migliaia di euro. E’ caccia alla banda e alle armi. Alcuni testimoni hanno visto una macchina di grossa cilindrata fuggire con tre persone a bordo.

Paura nel comprensorio per il folle gesto di una banda che si è volatilizzata con cinque fucili che potrebbero essere stati abbandonati nelle campagne della zona. I ladri, una volta caricato l’armadietto, hanno avuto anche il tempo di mettere casa a soqquadro: sono riusciti, rovistando in sala e in camera, a rubare anche la fede nuziale del proprietario e alcuni oggetti in oro, regali dei parenti in occasione del battesimo di uno dei due figli della coppia derubata. L’assalto alla villetta ha fruttato un bottino complessivo di alcune migliaia di euro di valore. Sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine che potrebbero aver anche l’identikit della banda. Un vicino di casa, infatti, ha visto tre uomini fuggire a bordo di una vettura di colore grigio chiaro dopo aver messo a soqquadro l’abitazione ed ha allertato la proprietaria di casa che è subito rientrata. “Sono uscita per circa un’ora e mezza e in questo lasso di tempo è stato scatenato l’inferno a casa mia” confida con rabbia e delusione tanto da sfogarsi su Facebook per evidenziare come sia arrivato il momento di potenziare i controlli e dare pene certe a chi commette reati. A far salire la paura anche il fatto che marito e moglie sono soliti lasciare ogni tanto, giusto il tempo di una commissione, il figlio di 9 anni da solo a casa. “Se quella mattina fosse rimasto li – concludono – non so cosa sarebbe potuto accadere”. Si spera ora, dalla testimonianza del vicino di casa, di risalire alla banda formata da tre persone: due sarebbero gli autori dell’assalto alla villetta e uno quello impegnato all’esterno, in auto, pronto per la fuga. Un aiuto potrebbe arrivare anche da alcune telecamere installate non lontano da Monterosso, in prossimità dei negozi.

Non è la prima volta che accadono fatti del genere nella zona. La settimana scorsa, ad esempio, proprio alcuni abitanti di Sassoferrato hanno segnalato la presenza di una macchina sospetta di grossa cilindrata circolare con fare sospetto per le vie della città. Nei mesi scorsi ignoti riuscirono a rubare oro e denaro contanti arrampicandosi sulla grondaia fino al secondo piano di un’abitazione nel rione Borgo. Bottino: mille euro. A febbraio, invece, tentato furto al supermercato. I carabinieri della locale stazione, in collaborazione con i militari della Compagnia di Fabriano riuscirono a intercettare e inseguire i due ladri a bordo di un furgone, ma i malviventi riuscirono a scappare per le campagne nel Senigalliese. I controlli sono stati potenziati sia di giorno che di notte nelle principali vie di accesso a Sassoferrato.

Marco Antonini