CASELLO ANCONA NORD-JESI, GIANCARLI CHIEDE CERTEZZE SULLA FINE DEI LAVORI

Avere certezze sulla conclusione definitiva dei lavori per la terza corsia nel tratto Senigallia/Ancona Nord-Jesi dell’A14, tornando alla normalità del servizio autostradale, e modificare la segnaletica orizzontale e verticale del casello Ancona Nord, divenuto Ancona Nord-Jesi. È la richiesta rivolta alla Giunta regionale dal consigliere Enzo Giancarli in un’interrogazione che verrà discussa in aula domani, martedì prossimo 12 giugno. “Ritengo necessario – spiega Giancarli – che la Regione segnali quanto prima le problematiche connesse alla perdurante situazione di precarietà e disagio in cui versa il tratto autostradale Senigallia/Ancona Nord-Jesi al gestore del tratto autostradale ed alle competenti strutture del ministero delle Infrastrutture ed ai Trasporti così da pianificare con certezza i tempi entro cui poter giungere ad una situazione definitiva di normalità del servizio offerto. Inoltre – aggiunge il consigliere – considerato che l’uscita Ancona Nord ha cambiato denominazione in Ancona Nord-Jesi, credo sia opportuno sollecitare la società Autostrade per l’Italia affinché la segnaletica, già modificata con efficacia nel tratto Ancona Sud/Ancona Nord-Jesi, venga allo stesso modo adeguata con puntualità anche nel tratto Senigallia/ Ancona Nord-Jesi”. A spingere il consigliere Giancarli all’interrogazione le condizioni che interessano il tratto autostradale ormai da anni, dopo i lavori che hanno portato alla creazione della terza corsia. Nel tracciato Senigallia/Ancona Nord-Jesi sono ancora presenti, infatti, tracce di cantiere ed in alcuni tratti il percorso è inevitabilmente disagevole e la segnaletica verticale e orizzontale transitoria non è sempre puntale. Una situazione che potrebbe aumentare il rischio di incidenti, anche considerando l’avvicinarsi della stagione estiva, periodo in cui il traffico sulla strade ad alta velocità aumenta considerevolmente. “È dunque necessario ultimare i lavori – riprende Giancarli – anche per garantire la massima sicurezza agli automobilisti, oltre che la piena funzionalità dell’infrastruttura, anche tenendo presente che, al di là del periodo estivo, l’A14 rappresenta un’arteria viaria strategica per l’economia, per il sistema logistico e per la mobilità di un Paese e che le autostrade, per molti cittadini che le percorrono giornalmente, sono un servizio essenziale per la propria attività lavorativa”.

cs

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati