ARTECONI: “PER RIDURRE IL RISCHIO CLINICO TUTTO IL SISTEMA DEVE FUNZIONARE BENE”

Opposizione fabrianese all’attacco. Va bene difendere le eccellenze dell’ospedale Profili, ma è urgente anche sistemare quelle situazioni che stanno, da tempo, creando criticità agli utenti e al personale. Il consigliere dell’Associazione Fabriano Progressista, Vinicio Arteconi, ex ginecologo del Profili, non le manda a dire. “Le eccellenze dell’ospedale le conosciamo, ma per lavorare efficacemente e per ridurre il rischio clinico tutto il sistema deve funzionare bene, al massimo delle potenzialità. Bisogna – ha denunciato Arteconi – rispettare i turni di lavori degli operatori senza ricorrere ad ore aggiuntive. Il Sistema sanitario deve garantire la salute dei cittadini, ma anche quella dei dipendenti”. Riferendosi alle criticità del reparto di Pediatria, il consigliere ha ribadito “la sofferenza dell’Unità operativa per colpa di trasferimenti e aspettative concesse senza adeguata programmazione. E’ vero che mancano medici specializzati, ma è altrettanto vero che in altri ospedale questo rischio di interruzione del servizio non c’è mai stato. A distanza di quasi due anni dal sisma ci sono ancora 4.500 metri quadrati di ospedale inagibili con accorpamenti e chiusura di servizi essenziali”.

Area Vasta 2

“Nessuno ha intenzione di chiudere il reparto di Pediatria dell’ospedale Profili. L’Unità operativa soffre per mancanza di personale: la distanza dalla costa crea non pochi problemi. Si paga anche la pubblicità negativa e il numero chiuso dei medici specialisti che si laureano nelle università peggiora la situazione”. Così il direttore di Area Vasta 2, Maurizio Bevilacqua, giovedì 7 giugno, in Consiglio comunale a Palazzo del Podestà. Dopo i tanti campanelli di allarme lanciati dagli attivisti in difesa dell’ospedale di Fabriano, l’ingegner Bevilacqua ha accettato l’invito del sindaco, Gabriele Santarelli, di riferire proprio in Consiglio. “L’ospedale sta in buona salute – ha detto. – Negli ultimi due anni sono stati fatti investimenti per 9 milioni di euro. Tra questi dobbiamo ricordare la nuova Centrale di sterilizzazione, un fiore all’occhiello. Da pochi giorni è arrivata anche una nuova ambulanza, entro l’anno effettueremo una nuova gara gara tramite Consip per acquistare il macchinario della Tac così che quella già in funzione verrà sistemato al Pronto soccorso. Previsto anche un investimento a sostegno del blocco operatorio: in arrivo l’aggiornamento della colonna 3D per Urologia e strumenti per il reparto Otorino”. L’ospedale, secondo il direttore, gode, quindi, di buona salute. Bevilacqua ha rimarcato in più occasioni che “nessuno vuole chiudere Pediatria. Qui c’è solo una mancanza cronica di pediatri che stiamo cercando di risolvere contattando medici in libera professione e attingendo dalle graduatorie fuori regione pressochè vuote. Con i nuovi concorsi che stanno per arrivare – ha concluso – speriamo di risolvere definitivamente il problema. Per ora abbiamo quattro medici di altre strutture ospedaliere di Ancona, Jesi e Senigallia che stanno garantendo tutti i servizi”. Il sindaco Santarelli: “Personalmente sono molto soddisfatto di come si è svolto il consiglio comunale, soprattutto nella parte dell’intervento del Direttore di Area Vasta 2, Bevilacqua. Il suo intervento, le sue dichiarazioni, i suoi impegni – ha scritto su Facebook – sono stati detti pubblicamente in un consesso ufficiale, verbalizzate e registrate nel video della seduta. È la prima volta che la direzione sanitaria viene a riferire e a rispondere in Consiglio Comunale anzichè in un evento politico elettorale. Ora sta a noi vigilare e chiedere conto degli impegni assunti”.

Marco Antonini