FABRIANO – BOTTIGLIATE IN TESTA, RESA DEI CONTI TRA 2 GIOVANI

Fabriano. Regolamento di conti tra due nigeriani, uno domiciliato a Senigallia e uno senza fissa dimora, entrambi disoccupati, con regolare permesso di soggiorno. Sono i protagonisti dell’ultima operazione effettuata dai Carabinieri della Compagnia di Fabriano. Una settimana fa il 22enne è stato accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Profili perché aveva ferite alla testa: i medici l’hanno medicato e gli hanno dato 8 giorni di prognosi. Poi è andato dai Carabinieri dove ha segnalato di aver subito un’aggressione dal suo connazionale di 25 anni. Aveva preso una bottigliata in testa. Dopo lunghe indagini il 25enne è stato denunciato per lesioni. Dagli accertamenti è emerso che si tratta di una resa dei conti. Infatti, mesi fa, era avvenuto il primo round a Senigallia: stesso screzio con le parti invertite. Lungo la strada, in pieno giorno, il 22enne ha dato una bottigliata in testa all’altro. Il 25enne era andato al Pronto Soccorso per lievi ferite ed era stato refertato. Quest’ultimo invece di raggiungere la caserma dai carabinieri si è fatto giustizia da solo. Ha organizzato il piano, gli amici hanno fatto arrivare l’altro a Fabriano e, al momento giusto, l’ha aggredito. Resta da capire il motivo vero che ha fatto scattare questa violenza. Tutte le piste sono aperte, dai futili motivi alla droga, al racket della prostituzione, all’euro del carrello davanti ai supermercati. Indagini in corso.

m.a.

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati