PARCHEGGI E TARIFFE, IL PUNTO DEL SINDACO

“Il progetto piace ed è da studiare anche se non di facile attuazione”. Così il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, commenta il progetto di Leonardo Zannelli, ex presidente dell’Associazione dei commercianti del centro storico, che ha sottolineato che “per far rinascere Corso della Repubblica servono un parcheggio multipiano in Piazza Garibaldi e l’apertura di poli museali, tutti fruibili con un unico biglietto”. Un’idea, quella del parcheggio sotterraneo che potrà essere approfondita, secondo il primo cittadino, anche se “mancano vie di fuga idonee per l’arrivo in loco dei mezzi pesanti”. Questo potrebbe essere il modo per permettere, a chi necessita di una sosta veloce o chi lavora e ha bisogno di lasciare la macchina parcheggiata tutto il giorno, di mantenere il parcheggio in superficie sempre con la striscia bianca. Zannelli ha spiegato che, per colpa della crisi, ci sono “alcune attività che stanno pensando di abbandonare”. Operazioni di questo tipo, parcheggio e rete museale, “innescherebbero un volano economico eccezionale, dando vita a posti di lavoro e alla rinascita del centro”.

Il sindaco, intanto, getta acqua sul fuoco sui parcheggi a pagamento. Riferendosi agli aumenti decisi dalla Giunta spiega che “sono importi minimi decisi per mettere a posto la discrepanza che c’era tra il pagamento a ore e l’abbonamento”. Santarelli spiega anche che Fabriano “è una delle poche realtà dove non sei obbligato a pagare un certo tempo minimo, ad esempio di 30 minuti, ma puoi effettuare il ticket anche solo per pochi minuti”. A conti fatti con le nuove tariffe si passa da 1 euro a 1,20 nelle piazze del Comune, Milani, Garibaldi e D’Aosta. Passano da 0,90 a 1 euro i parcheggi periferici. Gli abbonamenti per Garibaldi, Miliani, Savoia e Comune restano a 145 euro l’anno. In tutti gli altri 95 euro l’anno. L’abbonamento “full” per tutti i parcheggi della città costa 376 euro l’anno. Deciso di non autorizzare il rilascio di abbonamenti gratuiti per la sosta a pagamento a consiglieri e amministratori comunali. Nessuna modifica alle tariffe del trasporto scolastico.

m.a.