UN MONDO TUTTO DA SCOPRIRE, CONCORSO AL PARCO ARCHEOMINERARIO DI CABERNARDI

Sassoferrato. Storie da musei; archivi e biblioteche: concorso per viaggiare al centro di un mondo tutto da scoprire. Al via la VI edizione speciale di Storie da biblioteca. Appuntamento il 13 e 14 gennaio 2018 presso il Museo comunale della Miniera di Zolfo e Parco Archeominerario di Cabernardi.

Musei, archivi e biblioteche da raccontare in un concorso promosso dal MAB Marche. Che succede quando un gruppo di scrittori e fotografi si incontrano in un museo, un archivio o una biblioteca per raccontarne le peculiarità e scovarne i tesori nascosti? Di certo si tratterà di un meraviglioso viaggio al centro di un mondo tutto da scoprire, anche se ci appartiene già. Scrittori, fotografi e aspiranti tali si incontrano nelle strutture che ospitano il progetto per raccontarne estemporaneamente i personaggi, i luoghi e le storie. Trascorrere una giornata al museo, in archivio e in biblioteca permetterà infatti di respirarne l’atmosfera, traendone ispirazione. Armati di penna e macchina fotografica, avventuriamoci dunque fra le sale dei musei e tra i documenti di archivi e biblioteche in questo appassionante tour per ricostruire un’immagine dei nostri istituti culturali che vada al di là di ogni stereotipo. Gli elaborati racconteranno quest’anno le istituzioni culturali e l’importanza che esse rivestono per le loro comunità di riferimento, con una particolare attenzione al tema del “riuso”.

E’ per questo motivo che l’Associazione culturale “La Miniera” onlus di Cabernardi, non nuova all’iniziativa, ha deciso con molto entusiasmo di partecipare anche a questa sesta edizione del concorso dal titolo “Racconti di città” rivolto a tutti gli appassionati di lettura, scrittura e fotografia, ed ecco che  il Museo Comunale della Miniera di Zolfo e il Parco Archeominerario  saranno a disposizione per dar modo ai partecipanti al concorso di raccogliere informazioni e spunti per poi produrre i propri lavori che siano essi racconti o fotografie, nei giorni di sabato 13 gennaio 2018 (ore 15,00-18,00) e domenica 14 gennaio 2018(ore 10,00-12,00/15,00-18,00).

Si tratta di un evento organizzato dal MAB Marche (coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche promosso da ICOM, ANAI e AIB) in collaborazione con la Regione Marche – Assessorato alla Cultura, l’Associazione culturale RaccontidiCittà, con StreetLib e con Biblioteche Aperte e che a Sassoferrato quest’anno coinvolgerà appunto  il Museo Comunale della Miniera di Zolfo ed il Parco ArcheoMinerario di Cabernardi  in collaborazione con il Comune di Sassoferrato (AN) e l’Istituto Comprensivo di Sassoferrato e Genga.

Gli elaborati  saranno valutati da una commissione giudicatrice composta da rappresentanti del MAB, della struttura ospitante e di RaccontidiCittà, eventualmente coadiuvati da esperti del mondo dell’arte e della cultura. Per i vincitori, pubblicazione di un’antologia in eBook attraverso la piattaforma StreetLib Selfpublish, buoni offerti da StreetLib da spendere nella libreria digitale StreetLib Store ed eReader offerti da MAB Marche. L’iscrizione è gratuita.

Per informazioni:  http://www.aib.it/attivita/2015/51595-storie-da-musei-archivi-e-biblioteche-2015-2016/  http://www.raccontidicitta.it/.cell.:3392971384 – Contatti Ass.Culturale “La Miniera” onlus 347 8358831 – 3283231595; e-mail:

minieracabernardi@virgilio.it

Premio Salvi Sassoferrato, domani la premiazione

Domani, sabato 13 gennaio 2018, si riunirà la commissione giuria della 67^ Rassegna d’Arte – Premio G.B. Salvi, composta dal Presidente Prof. Galliano Crinella, in rappresentanza dell’università degli Studi di Urbino, dal sindaco del Comune di Arcevia, Andrea Bomprezzi, dal Prof. e critico d’arte Giampiero Donnini, dal Dirigente Scolastico del Liceo Classico Statale “Giulio Perticari” di Senigallia, il professor Francesco Maria Orsolini e dal Sindaco di Sassoferrato Ugo Pesciarelli. Nella mattinata saranno scelte le tre opere ex equo che si aggiudicheranno il premio G.B. Salvi 67^ edizione e nel pomeriggio alle ore 16,00, presso la sede storica della Rassegna, all’ex Palazzo della Pretura, in via Gramsci, 18, si procederà con la cerimonia di premiazione. 36 le opere in esposizione realizzate dai 13 artisti in concorso, allievi delle Accademie di Urbino, Macerata e Perugia, che costituiscono la 3^ sezione della Rassegna e che mantengono ed arricchiscono l’evento di quella finalità originaria particolarmente attenta ai giovani talenti e quindi all’arte contemporanea sempre però con uno sguardo ad una certezza del passato, quale Giovan Battista Salvi, “Il Sassoferrato”.

La Rassegna si chiuderà domenica 14 gennaio quindi, partecipando alla premiazione nel pomeriggio di sabato 13, si avrà l’occasione di visitare gratuitamente le 4 sezioni che compongono l’evento: dalla grande antologica, a cura dello storico d’arte Prof. Stefano Papetti, dedicata all’artista romano Franco Mulas, esposizione dal titolo “DEFRAG”, opere dal 1967 al 2017, personale che ripercorre il cammino artistico del grande pittore che ha affrontato in modo incisivo e drammatico le trasformazioni del mondo contemporaneo; alle eccellenze del “Premio Mannucci” presenti grazie alla fattiva collaborazione instaurata con il Comune di Arcevia e con il Rotary Club Altavallesina Grottefrasassi; dall’esposizione di fotografie di artisti fuori concorso, riservata alla collaborazione con la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, alle opere in concorso oggetto del premio G.B. Salvi 67^ edizione. Da non perdere l’interessante e prezioso catalogo della Rassegna realizzato dal Comune di Sassoferrato a cura del Prof. Stefano Papetti.

cs

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati