SOSTA SELVAGGIA E VANDALISMO IN VIA CIALDINI

Sono due problemi che affliggono i residenti di via Cialdini, la via del quartiere Borgo che conduce nel centro storico di Fabriano: sosta selvaggia e vandalismo. Il presidente di Confcommercio, Mauro Bartolozzi, da una vita proprietario di un’attività commerciale proprio in questa via, lancia l’allarme: “La zona, ogni giorno, è oggetto di atti vandalici di persone che non sanno cosa fare. Anche lunedì notte – denuncia – abbiamo registrato la presenza di auto in doppia fila che bloccavano la circolazione e l’entrata in azione dei vandali. Lungo via Cialdini, dove nelle ultime settimane sono stati inaugurati nuovi negozi, sono state divelte piante e secchi dell’immondizia e questi fatti non avvengono solo di notte, ma anche di giorno”. Bartolozzi rincara la dose: “Episodi del genere, deiezioni canine lasciate a terra davanti alle attività, o rifiuti abbandonati in giro, avvengono ogni giorno. Serve un cambio di mentalità”. Non c’è pace per chi abita nella popolosa via del centro che adesso deve fare i conti anche con meno parcheggi visto che più di metà piazza Garibaldi è stata trasformata nel primo Villaggio di Babbo Natale che ha reso felici molti visitatori, ma meno chi in quelle zone risiede e deve, ogni sera, cercare un parcheggio. Anche questo è, da molto tempo, un problema. “La sosta – dice uno dei residenti – è senza regole. Ieri siamo stati bloccati e non potevamo entrare o uscire di casa per colpa delle auto parcheggiate male”. Chi vive in via Cialdini chiede un’inversione di rotta e più controlli nelle ore serali quando “assistiamo a un “accatastamento” continuo di vetture, messe nei posti più ricercati, davanti alle attività commerciali, ai portoni o davanti ai bidoni della raccolta differenziata. Chi viene in centro parcheggia dove può fregandosene di coloro che qui hanno l’abitazione”. Con l’arrivo del maltempo, poi, la situazione degenera. “Immaginate – confida un’anziana – un disabile bloccato vicino casa mentre c’è un temporale. Oppure una mamma con in braccio il figlio piccolo: quanti disagi dobbiamo sopportare per rientrare a casa?”. Una situazione d’inciviltà che va avanti da tempo. A rimetterci, nonostante i divieti, sono anche i mezzi pubblici che spesso rischiano di incastrarsi. Sia i residenti che i commercianti lamentano un senso di sconforto che si respira in via Cialdini e anche in via Le Conce, a due passi dal centro e chiedono più severità nei controlli. Mauro Bartolozzi, dall’interno del suo negozio, controlla quel che accade lì fuori grazie alle proprie telecamere di sicurezza. “Sono esterrefatto. Facciamo gli ecologici nel raccogliere le feci del cane con i sacchettini appositi, poi li buttiamo a terra nei vicoli del centro, quando nessuno vede nulla. Con un potenziamento dell’illuminazione e il ritorno del poliziotto di quartiere – conclude – tante cose potrebbero essere evitante. Servono sanzioni più severe nei confronti di chi non rispetta la cosa pubblica”.

Dal nostro archivio: sosta selvaggia. Leggi http://www.radiogold.tv/?p=14823

Marco Antonini