PER LE FESTE MATELICA DIVENTA IL VILLAGGIO DEGLI ELFI

Dall’8 dicembre al 7 gennaio spettacoli ed iniziative tutti i giorni per rendere la città ancora più attrattiva. Per le Festività Matelica si trasformerà nel “magico villaggio degli elfi”. Le fiabesche creature dei boschi che animeranno le vie della città sono la principale attrazione del programma che l’Amministrazione comunale ha messo a punto insieme con l’Associazione Pro Matelica e grazie all’apporto dei comitati di quartiere e di tante realtà associative. Il programma è stato presentato questa mattina al Teatro Piermarini dall’Amministrazione comunale (foto) rappresentata dall’assessore alla Cultura e al Turismo Cinzia Pennesi, dall’assessore al Commercio Roberto Potentini e dal consigliere Marco Ferracuti; sono intervenuti inoltre Lorenzo Morosi per l’Associazione Pro Matelica, Lauretta Calcaterra per il Comitato Quartiere Centro Storico e Giulia Spina per il Museo Piersanti.

Ci sarà davvero l’imbarazzo della scelta, con tante opportunità ogni giorno per vivere una città avvolta da un’atmosfera fatata. Il via l’8 dicembre, quando la famiglia di Elfi arriverà in città per “stabilirsi” nel Rifugio Incantato: un albero molto speciale realizzato dal Comitato Quartiere Centro storico e allestito in piazza Garibaldi. L’inizio delle Feste sarà celebrato, sempre l’8 dicembre, con la cerimonia d’accensione del grande abete da 13 metri allestito in piazza Mattei e donato dal Comune di Mezzano, borgo della provincia di Trento che si aggiunge alle realtà che hanno compiuto gesti di solidarietà per Matelica dopo il terremoto.

Molto soddisfatta l’assessore Pennesi: “Ancora una volta il Natale a Matelica si dimostra un momento forte di aggregazione, in cui tutti dimostrano la voglia di collaborare per rendere le Feste più emozionanti e coinvolgenti che mai. Ci saranno spettacoli ed iniziative tutti i giorni fino al 7 gennaio, ci aspettiamo che la particolarità della proposta sappia attirare tanti visitatori”. “Un anno fa eravamo in pieno sciame sismico, alle prese con molti problemi – ha aggiunto l’assessore Potentini – spero che questo sia un Natale di serenità, in una Matelica vivace, tra tanti eventi, le attività commerciali, le eccellenze: ricordiamo che questo è l’anno del Cinquantennale del Verdicchio di Matelica”.

In questo sorprendente villaggio animato, gli Elfi accenderanno le vie del centro con spettacoli per grandi e piccini tra canti, balli, letture, giochi e tanto divertimento; e non mancheranno “incursioni” in giro per la città e durante altre iniziative. Tanti gli appuntamenti in calendario, a cominciare dai presepi viventi, il Concerto di Natale in Cattedrale (il 28 dicembre in occasione della ricorrenza della Beata Mattia) e il tradizionale Concerto di Capodanno della banda nella Chiesa Regina Pacis. Cuore dell’offerta culturale saranno gli spettacoli della stagione teatrale al Piermarini (tra cui il Grande Concerto Gospel del 26) e la mostra “Capolavori Barocchi – due simboli dell’arte ferita dal sisma” in corso al Museo Piersanti, animato anche da laboratori creativi per bambini e altre iniziative. E poi i mercatini, le iniziative dei quartieri con i tradizionali “focaracci”, il Gioco dell’Oca, Babbo Natale a Braccano, il party gli elfi di Casette San Domenico e momenti per la solidarietà; e ancora le proposte delle associazioni, con i bambini protagonisti del “Natalissimo” al Piermarini, le esibizioni di danza e di twirling, le atmosfere dei gruppi folk, le iniziative del Cigar Club e momenti dedicato al gusto: protagonista il Verdicchio di Matelica con eventi nel foyer del Teatro a cura dell’Associazione produttori, e poi castagne e vin brulé, “La Fabbrica del cioccolato” e l’aperitivo multietnico di “NoMade in Italy”.