LAVORI ALLO SVINCOLO DI CAMPONOCECCHIO, GENGA ALZA LA VOCE

I lavori per il completamento della SS76 nel mirino dei residenti del Comune di Genga che hanno scritto una lettera al primo cittadino, Giuseppe Medardoni, per segnalare la gravità di ciò che potrebbe capitare a breve: in conseguenza della chiusura dello svincolo stradale della SS76 di Camponocecchio, infatti, tutto il traffico veicolare in uscita ed in entrata sulla SS76 da Genga passerà per l’uscita di Valtreara/Gattuccio e quindi sul tratto di strada comunale che attraversa la frazione di Gattuccio verso Genga Stazione, manifestano fortissime preoccupazioni.

La missiva degli abitanti  

Sembra che i lavori di rifacimento dello svincolo di Camponocecchio e di Valtreara/Gattuccio si protrarranno per oltre un anno e, quindi, è possibile che per due invernate tutto il traffico transiterà sul tratto di strada comunale in questione. Se così sarà, si ritiene che la situazione sia molto grave per la sicurezza generale del tratto in questione, in quanto dopo l’uscita di Valtreara/Gattuccio sono presenti curve molto pericolose, la prima dopo lo svincolo, prima della frazione, un’altra all’interno di Gattuccio all’altezza dell’incrocio per S. Vittore, l’altra a ferro di cavallo all’uscita della frazione e l’ultima all’altezza della strada ex cava Franciolini. La situazione è quanto mai grave se si pensa al transito di mezzi pesanti/autoarticolati, i quali rappresentano un pericolo per l’incolumità dei cittadini che camminano a piedi lungo la strada e per i ciclisti che non hanno alternative per transitare. Inoltre, in caso di pioggia il pericolo aumenterà e in caso di neve si potrebbe verificare il blocco totale del transito (l’esperienza dovrebbe insegnare) con le conseguenze che possiamo immaginare, non solo per i cittadini di Genga. All’attualità non ci sono alternative, nonostante che l’Amministrazione comunale abbia ottenuto da oltre tre anni la cifra di trecentocinquantamila euro per la sistemazione della viabilità nel territorio comunale, infatti sino ad oggi non hanno provveduto a realizzare le opere necessarie per una circolazione sicura.

Si propone quindi che per il periodo occorrente al completamento dei lavori dello svincolo, per i motivi di sicurezza di cui sopra, sia fatto divieto di circolazione a tutti i mezzi pesanti, senza eccezione alcuna. Ancora non si conoscono quali modifiche verranno effettuate allo svincolo di Camponocecchio, si chiede quindi che l’Amministrazione sia vigile affinché in nessun modo si verifichino condizionamenti e/o disagi per il collegamento stradale delle frazioni di Falcioni, Potechiaradovo, Palombare e Mogiano con Camponocecchio, quindi con la SS76 durante i lavori di modifica dello svincolo. Per la frazione di Camponocecchio si richiede che gli impegni di compensazione presi da Quadrilatero per la viabilità interna siano mantenuti. Si chiede inoltre che l’Amministrazione Comunale costituisca un tavolo tecnico con Anas, Quadrilatero S.p.a., Regione Marche, Provincia di Ancona e Parco Gola della Rossa e di Frasassi per la valutazione tecnico economica ed ambientale del tracciato che dai nuovi svincoli attraversa le frazioni di Gattuccio, Camponocecchio, Genga Stazione e S. Vittore, in direzione dei comuni di Sassoferrato e Arcevia, tenuto conto dell’ingente mole del traffico pesante che sarà presente sul tratto. Si chiede infine che sia nominata una Commissione Comunale ad hoc che segua con un monitoraggio costante tutte le fasi dei lavori eseguiti sul territorio comunale, in particolare i lavori di ripristino ambientale.

m.a.