ARRESTATO LADRO DI GASOLIO

Da tempo i Carabinierii della Stazione di Staffolo erano sulle tracce di un ladro di gasolio, che aveva fatto “visita” a molte aziende della zona. Nella serata di ieri, 10 agosto, un imprenditore agricolo che ultimamente aveva già subito alcuni furti anche consistenti di gasolio (100 e 500 litri), informava  il 112  di movimenti sospetti nei pressi della sua casa colonica in disuso ed in particolare di aver notato la presenza di una torcia elettrica nelle vicinanze. Immediatamente, una pattuglia della locale Stazione, si portava sul posto al fine di verificare quanto segnalato. A pochi centinaia di metri dalla casa colonica, i carabinieri notavano un Fiat Scudo furgonato di colore “giallo”  parcheggiato in senso opposto al loro senso di marcia ed all’interno un individuo (A.V.M. 38 enne romeno) noto agli operanti in quanto abitante proprio a Staffolo. Alle domande dei militari sui motivi della sua presenza, l’uomo non sapeva fornire una valida giustificazione, dando, anzi, banali quanto fantasiose giustificazioni. Il forte odore di gasolio, unitamente al fatto che il tappo del serbatoio del suo veicolo era bagnato di carburante, così come la ruota posteriore sinistra, lasciava supporre qualche attività illecita. Difatti, i carabinieri, recatisi nell’azienda del denunciante, verificavano che dalla cisterna del gasolio era stato tolto il tappo a vite, mentre una da pompa a mano fuoriusciva ancora del carburante. Poiché  seduta stante lo stesso proprietario, intervenuto anch’egli sul posto, accertava l’ammanco di circa 60/70 litri gasolio, ricorrendone i presupposti i militari arrestavano il romeno per furto aggravato continuato, addebitandogli anche tre furti avvenuti tra febbraio e luglio 2017. Il PM di turno, informato, disponeva l’accompagnamento dell’arrestato presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo fissato per la giornata di oggi.

CS