MANUTENZIONE DELLE STRADE STATALI, ALLE MARCHE 12 MILIONI DI EURO

Anas ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale recentemente l’esito della gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di manutenzione programmata degli impianti tecnologici all’aperto ed in galleria sulle strade statali nelle Marche, nell’ambito dell’operazione #stradatecnologica. Le arterie interessate sono le strade statali 73bis “di Bocca Trabaria”, 76 “della Val d’Esino”, 77 “della Val di Chienti”, 4 “Salaria”, 81 “Piceno Aprutina”, 685 “delle Tre Valli Umbre”, su parte della strada statale 16 “Adriatica” e sul raccordo autostradale Ascoli-Portod’Ascoli.

L’importo complessivo dell’appalto è di 12 milioni di euro, a valere sul triennio successivo all’aggiudicazione. L’iter per l’affidamento dei lavori è stato attivato mediante la procedura di Accordo Quadro (Art.59 comma 4 del D. Lgs. n.163/06) che garantisce la possibilità di eseguire i lavori con rapidità e nel momento in cui si manifesta il bisogno, consentendo quindi risparmi di tempo ed una maggiore efficienza. L’impresa aggiudicataria è l’ATI “Stacchio Impianti S.r.l. – IGE Impianti S.r.l.” con sede in provincia di Macerata. Per informazioni dettagliate su tutti i bandi di gara è possibile consultare il sito internet www.stradeanas.it alla sezione Fornitori>Bandi di gara.

Il primo giorno della nuova tratta 76

Terra ovunque lungo la carreggiata della galleria di Campodiegoli, con il camionista che non si è accorto di nulla. Battesimo originale per la nuova Strada Statale 76 tra Fabriano e Fossato di Vico che è stata aperta al traffico martedì mattina 8 luglio. Nemmeno poche ore di circolazione, poi l’allarme lanciato da un consigliere comunale di Fossato di Vico. “La galleria – ha detto Lorenzo Polidori – è completamente invasa da terra e pietre in un senso di marcia”. Le auto si sono dovute fermare mentre il camion continuava la sua corsa e perdeva il carico. Così, Polidori, senza perdersi d’animo, ha contattato i vigili del fuoco attraverso gli strumenti istallati all’interno della galleria che hanno funzionato regolarmente. Sul posto anche i tecnici dell’Anas che si trovavano poco lontano per monitorare la situazione del traffico e le forze dell’ordine. Per circa un’ora gli addetti hanno lavorato per ripulire la nuova galleria e togliere la terra che bloccava la circolazione che, nel frattempo, era stata istituita a senso unico alternato per permettere la rimozione della terra. Gli automobilisti hanno segnalato anche il problema visibilità. “La visibilità – hanno riferito – è ridotta perchè il sistema di ventilazione automatico di ventilazione all’interno della galleria nella galleria lunga ben 2,8 chilometri non funzionava correttamente. Avevo davanti a me una macchina che, erroneamente, non aveva acceso i fari e, pur non essendo lontana, non la vedevo correttamente”. I tecnici sono al lavoro per sistemare eventuali disservizi che si stanno presentando in questa fase.

m.a.

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati