LADRI IN PIENO GIORNO A CASA URBANI, RUBATI ORO E GIOIELLI. LO SFOGO DELL’IMPRENDITORE

Ladri in pieno giorno a Nebbiano, piccola frazione a pochi chilometri da Fabriano. Presa di mira, tra le 12 e le 14 di ieri, l’abitazione dell’imprenditore Urbano Urbani. Un furto d’oro e gioielli tra cui le fedi nuziali e la spilla ricevuta quando è stato nominato “Maestro del lavoro”. Il bottino è di diverse decine di migliaia di euro, casa messa a soqquadro (foto). Sull’episodio indagano le forze dell’ordine.

Ladri all’ora di pranzo

I ladri sono entrati dal retro della villa. Hanno asportato, senza romperlo, il vetro di una porta finestra e sono entrati in casa. All’interno non hanno perso tempo: hanno rovistato in tutte le stanze, sia al piano terra che al primo piano, nelle camere da letto. Hanno preso una federa di un cuscino e hanno iniziato a impossessarsi di tutti i gioielli in oro, argento e pietre preziose che hanno trovato. Con tutta calma hanno rovistato anche nei cassetti dei mobili della zona notte e del soggiorno gettando a terra tutto ciò che non aveva valore. Poi sono scappati con un bottino di diverse decine di migliaia di euro. La banda si è concentrata sui gioielli lasciando al suo posto la busta con circa 200 euro in contanti che era nascosta in un cassetto.

Urbani

E’ stato lo stesso Urbani, una volta rientrato a casa due ore dopo, a dare l’allarme alle forze dell’ordine e a lasciarsi andare a un pianto misto a rabbia e delusione. Una brutta avventura per l’ex consigliere comunale, titolare dell’azienda Airforce che produce cappi aspiranti e per la sua famiglia che stava trascorrendo la calda domenica altrove. “Non ci meritavamo tutto questo – ha detto con le lacrime agli occhi. – Non ci sentiamo più sicuri nemmeno in casa nostra. L’intimità è stata violata. C’è da avere paura nel tornare a casa, non sai mai chi trovi ad aspettarti. Mia figlia Elisa era al mare. Mia moglie Mirella ed io avevamo deciso di pranzare al ristorante. Siamo usciti intorno alle ore 12, per far rientro alle 14. Una volta aperto il portone ho visto vestiti e oggetti gettati per terra, diverse stanze messe a soqquadro nella ricerca di oggetti di valore. Un colpo al cuore”. Oltre al valore economico, infatti, la famiglia Urbani ha perso, in un attimo, gioielli e ricordi di famiglia dal grande valore affettivo. Indagini in corso.

Marco Antonini