ARTECONI SU VENETO BANCA: “LE ISTITUZIONI E IL TERRITORIO FACCIANO SENTIRE LA LORO VOCE”

A cura di Fabriano Progressista con Vinicio Arteconi sindaco

Vinicio Arteconi e Fabriano Progressista chiedono un intervento coeso e immediato di Istituzioni locali e regionali, e della società civile, perché emerga chiara la preoccupazione collettiva del nostro territorio. Sono ore di grande apprensione per il futuro di dipendenti, cittadini, aziende e territori coinvolti nella crisi delle due banche venete. Le indiscrezioni seguono vorticose, l’ultima è un possibile taglio del 40% degli 11 mila dipendenti dei due istituti. Sappiamo tutti che cosa significa lo scenario peggiore per Fabriano e il nostro territorio, NESSUNO ESCLUSO, perché gli effetti sarebbero devastanti a priori. Non sono esperto di questioni bancarie, ma immagino che le conseguenze sarebbero drammatiche anche per la nostra Fondazione Carifac. Fabriano Progressista invita tutte le istituzioni cittadine e regionali a far sentire il grido di dolore del nostro territorio, della nostra gente. Gli errori e le responsabilità passate sono chiare, anche a Fabriano, anche di chi ha scelto di vendere la Carifac a Veneto Banca, ma ora la trincea è un’altra: difendere il nostro sistema economico devastato, difendere il territorio, difendere e sostenere i lavoratori di Veneto Banca, uscendo dai particolarismi e dai personalismi locali. Rivolgo questo appello anche a tutti gli altri candidati Sindaco. Facciamo sentire la nostra voce!

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati