‘TRASFERIRE SUBITO PUNTO NASCITA DEL SALESI A TORRETTE’

Il punto nascita dell’ospedale Salesi sia trasferito con la massima urgenza all’Ospedale regionale di Torrette. È la richiesta avanzata dal Presidente del Gruppo consiliare del Partito Democratico della Regione Marche, Gianluca Busilacchi, che ha presentato un’apposita mozione, sottoscritta anche dal Presidente della Commissione Sanità, Fabrizio Volpini e dal consigliere regionale Enzo Giancarli. Un impegno, quello richiesto dai tre esponenti PD al Presidente della Giunta regionale, che muove dal fatto che, nell’ambito del piano di riordino dei punti nascita predisposto dalla Regione Marche, quello dell’ospedale di Osimo dal 31 gennaio cesserà le proprie prestazioni. Uno stop che dirotterà l’utenza verso i punti nascita di Jesi e, soprattutto, del Salesi. “Considerando che l’ospedale pediatrico-infantile Salesi, a seguito della chiusura del punto nascita di Osimo, registrerà l’incremento di numero di parti più significativo – sostiene Busilacchi – e considerando anche che l’attuale plesso che ospita il Salesi necessita, ora a maggior ragione, di una riqualificazione per rispondere al meglio alle esigenze dell’area materno-infantile di riferimento e degli operatori, è ormai urgente e improrogabile il trasferimento del punto nascita del Salesi all’ospedale di Torrette. Una soluzione, per altro già programmata nei mesi scorsi, che permetterebbe di accogliere in maniera adeguata l’utenza, rispondendo agli standard di qualità e sicurezza richiesti dalle disposizioni normative e che consentirebbe al punto nascita di Ancona di diventare, sia per gli spazi che per l’eccellenza dei servizi prestati, un importante riferimento, in termini qualitativi e quantitativi, rinnovando il carattere interregionale di un ospedale conosciuto in tutta Italia per le sue eccellenze”. La mozione proposta dal capogruppo Busilacchi chiede, inoltre, che venga rivisto parzialmente il progetto del nuovo Salesi, riorganizzando gli spazi, i percorsi e le funzioni in modo da realizzare un ospedale pediatrico di alta specializzazione, confermando la già prevista struttura di collegamento del nuovo edificio al complesso ospedaliero regionale per una maggiore ottimizzazione dei servizi. “Il progetto definitivo del nuovo Salesi, da realizzare in continuità all’ospedale di Torrette, è stato approvato di recente dalla conferenza dei servizi – spiega il Presidente del Gruppo PD –; il trasferimento dei reparti di ostetricia e ginecologia all’interno dell’ospedale regionale, però, non lo renderebbero più completamente rispondente a tali mutate necessità organizzative e sanitarie. Per cui il progetto andrebbe in parte rivisto, separando i servizi del punto nascita, ubicati nei 12 mila metri quadri del sesto piano, dai servizi pediatrici, a cui sarebbe riservata la nuova palazzina prevista dal progetto definitivo. In questo modo, il costo dell’intero progetto – aggiunge Busilacchi – risulterebbe ridotto e, quindi, più sostenibile con le attuali esigenze di bilancio della Regione. E la modifica parziale del progetto, senza doverlo stravolgere, così da non pregiudicare l’iter di quanto già approvato in sede di conferenza dei servizi, consentirebbe non solo una differenziazione dell’offerta dei servizi pediatrici e ostetrico-ginecologici, ma anche uno spazio maggiore per entrambi, con una duplice valorizzazione, sempre orientata all’eccellenza dei servizi materno-infantili”.

CS