AUTO CONTRO TIR, ADDIO ORFEO

Lutto a Fabriano, Serra San Quirico e Cupramontana. Potrebbe essere riconsegnata oggi alla famiglia la salma di Orfeo Scortichini, l’operaio morto giovedì mattina lungo la Strada Statale 76, tra Genga e Serra San Quirico. Ieri è stata effettuata l’ispezione cadaverica e, in queste ore, dopo più di un giorno di strazio, la moglie Annamaria e le due figlie Serena e Valentina potranno pensare alle esequie per salutare l’uomo per l’ultima volta. Si attendono per la celebrazione molte persone anche da Serra San Quirico dove è nato 65 anni fa. In un attimo un’altra vita si è spezzata, mentre Orfeo, a bordo della sua 500, era diretto a Cupramontana, dove ha una seconda casa. Un malore improvviso o una distrazione ha provocato un frontale da paura. Un camion era diretto a Fabriano e si è trovato l’utilitaria davanti. Lo schianto è stato talmente forte che l‘auto è stata trascinata per cinquanta metri e si è accartocciata. Sul posto la Polizia Stradale di Fabriano e una di Jesi, il 118 e i vigili del fuoco che hanno impiegato molto tempo per estratte il corso senza vita di Orfeo. Viabilità in tilt. Il tratto è rimasto chiuso al traffico per quasi quattro ore provocando disagi agli automobilisti che hanno dovuto percorrere percorsi alternativi tortuosi. Una situazione diventata insostenibile: con una certa frequenza, infatti, quel chilometro di strada è interessato da incidenti anche gravi.

m.a.