BIONDI (DC): ‘CHI SOSTIENE OGGI LA GIUNTA SAGRAMOLA?’

C’è rimasto qualcuno a Fabriano che sostiene e difende questa Amministrazione Comunale? C’è qualche Partito, qualche gruppo Consiliare, qualche Consigliere Comunale di maggioranza che è soddisfatto di questo Sindaco? Dai fatti e da quello che leggiamo tutti i giorni non sembra proprio, anzi! Il più votato del PD Pariano cacciato dallo stesso Partito, ha costituito un suo gruppo “Fabriano nel cuore”. Anche Giancarlo Bonafoni ed altri 4 Consiglieri Comunali hanno fatto “Noi assieme”. Questi fatti la dicono lunga e sono la chiara dimostrazione che pur essendo stati votati nel PD e nelle liste civiche di Sagramola oggi come oggi stanno prendendo le distanze e non condividono più certe scelte “scellerate” della Giunta e del Sindaco. Non se la sentono più di votare a occhi chiusi ogni proposta che viene presentata senza averne preventivamente in sede di Partito discusso ed ascoltato i vari pareri dei Consiglieri tutti. Sono loro i consiglieri di maggioranza che, con i voti e le preferenze ottenute in campagna elettorale, hanno eletto il Sindaco Sagramola ed hanno dato vita a questa Amministrazione per cui andrebbero quanto meno ascoltati ed accogliere qualche loro proposta che altro non sono che le giuste richieste e le segnalazioni dei fabrianesi. Non possono più accettare inoltre queste “guerre interne alla Giunta” che bloccano di fatto ogni iniziativa utile per la Città. Ecco perchè se ne sono andati prima l’assessore Rossi e poi l’assessore Galli. Stando così le cose l’Amministrazione Comunale “vive alla giornata” ed il rischio che può andare in minoranza in Consiglio Comunale è molto forte e molto facile. In questo momento particolare per Fabriano, dove la situazione economica ed occupazionale è drammatica, occorreva una Amministrazione forte, coesa, decisa ma sopratutto con un credibilità a livello regionale e nazionale per risollevare la città. Ma che cosa ci possiamo aspettare da una Amministrazione che in tre anni non è riuscita nemmeno a sistemare il pilomat in Piazza del Comune e trovare 2.500 euro per la riparazione? In tre bilanci non è stata inserita questa modestissima cifra. La verità è che non interessa niente a nessuno. E la segnaletica stradale? E le buche? Alla luce di certi fatti non era del tutto esagerato il nostro negativo giudizio su questa Amministrazione Comunale.
Claudio Biondi, Democrazia Cristiana

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati