UN POPOLO LABORIOSO E SERENO FESTEGGIA SAN GIOVANNI BATTISTA

La Diocesi di Fabriano-Matelica, nelle Marche, festeggia oggi il suo patrono San Giovanni Battista. Alle ore 18 il vescovo Giancarlo Vecerrica ha convocato i fedeli nella Cattedrale di San Venanzio per il solenne pontificale presieduto dal Nunzio Apostolico in Italia Mons. Adriano Bernardini. In festa Fabriano, la città della carta, che conclude proprio oggi la lunga rievocazione storica del Palio nato per omaggiare San Giovanni Battista. “La tradizione del nostro territorio, fondata su radici fortemente mariane, benedettine e francescane, ci ha consegnato – spiega Mons. Vecerrica – un popolo laborioso e sereno, unito ed aperto. Poi, ai nostri tempi, l’irruenza della crisi economica e lavorativa rischia di dividerci e opprimerci. L’esperienza del Palio ci aiuta a reagire, rendendoci consapevoli delle difficoltà e offrendoci la possibilità di ricostruire il tessuto sociale di un popolo unito, che sa risorgere e riprendere vita e creatività.” Il Palio, infatti, è uno degli eventi più attesi dell’anno dall’entroterra della regione. Da 21 anni richiama visitatori da tutta Italia grazie alle famose infiorate realizzate da più di 400 volontari e maestri infioratori che ogni anno si cimentano in un tema particolare. L’edizione 2015 è stata dedicata al fiume Giano, simbolo della città, con l’obiettivo di riscoprire il passato e rivivere le tradizioni con un occhio al futuro. Il Palio di San Giovanni è entrato nelle scuole e i bozzetti delle infiorate visitate da migliaia di turisti sono stati disegnati dagli alunni del Liceo Artistico Mannucci di Fabriano. Dopo i giochi popolari, la sfida degli arcieri, i borghi, le botteghe medioevali e il palio dei monelli, più di 500 figuranti hanno sfilato nel corteo storico cittadino. Questa sera, dopo la celebrazione eucaristica in Cattedrale e la processione per le vie della città, l’attesa Sfida del Maglio in Piazza del Comune con l’attenzione rivolta ai fabbri delle quattro porte Borgo, Cervata, Piano e Pisana. “Per Fabriano, che ha conquistato il prestigioso riconoscimento dell’Unesco di città creativa nella categoria Artigianato e Arti e Tradizione Popolari – spiega il Sindaco Giancarlo Sagramola – il Palio di San Giovanni Battista rappresenta senza dubbio la manifestazione che meglio ci rappresenta, nostro biglietto da visita da presentare alle altre realtà del network mondiale delle città creative.”

di Marco Antonini – per il quotidiano Avvenire di oggi 24-6-2015