A FABRIANO SI RISPARMIA SUI RIFIUTI

Parte da Via Martiri delle Foibe Istriane di Fabriano la sperimentazione di un nuovo metodo di raccolta differenziata con lo scopo di far pagare di più a chi inquina e ottenere un dato personalizzato dell’effettiva differenziazione dei rifiuti per ogni singola famiglia. L’obiettivo è quello di applicare una tariffa che preveda che chi più e meglio differenzia avrà la tassa rifiuti più contenuta. Il progetto prevede l’installazione di tre isole ecologiche computerizzate dotate di pesa con sistema di funzionamento simile alle bilance presenti nei supermercati. “Questo sistema consente di attribuire a ciascun cittadino il peso esatto dei rifiuti prodotti. L’esperimento – conferma l’assessore all’ambiente Claudio Alianello – durerà tre mesi. Abbiamo incontrato i residenti per spiegare loro il sistema. Non viene modificato il modo con cui si effettua la differenziazione dei rifiuti all’interno delle abitazioni. La novità consiste nel fatto che prima di gettare i rifiuti, l’utente si identificherà attraverso una tessera, poi appoggerà il sacchetto del materiale differenziato sulla pesa che ne stabilirà il quantitativo esatto e lo attribuirà al nucleo familiare. In ultimo si aprirà automaticamente il bidone specifico per gettare senza errori il rifiuto differenziato.” Alla fine della sperimentazione si potrà determinare la tariffa in base all’operato di ogni singolo cittadino applicando la tassa dei rifiuti in maniera diversa a secondo di chi differenzia bene rispetto a chi non lo fa.

m.a.